La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Una torta tricolore per il 150° dell’Unità d’Italia

    Pubblicato il marzo 13th, 2011 Max 2 commenti

    di Laura Bonasera
    Saranno 220,64 Kg d’Italia da assaporare. Poco meno di 12 metri quadrati di torta dalla forma e dai colori nazionali. E’ il contributo che Confartigianato provinciale, presieduta da Mario Cascio, ha voluto dare al programma di celebrazioni del 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia messo a punto dalla Prefettura. L’Italia chiamò, e 20 pasticcerie del territorio (19 di Enna, 1 di Nicosia) hanno risposto “sì”. E’ nato così il gruppo spontaneo di maestri pasticceri, da due mesi a lavoro per la realizzazione del progetto, che capeggiati da Filippo Morgano, presidente provinciale “categoria pasticceri” di Confartigianato, la sera di mercoledì 16 marzo, nello stand dell’associazione di categoria allestito per l’occasione in piazza Garibaldi (antistante il Palazzo del Governo), rievocherà l’unificazione d’Italia assemblando le torte a forma di regione. Ogni pasticcere, infatti, ne realizzerà una nel proprio laboratorio artigianale che, alle 22, uscirà dalle porte della Prefettura nelle mani del suo autore, rigorosamente sigillata, per una breve sfilata verso lo stand-laboratorio. Sarà lì che, a porte chiuse, in alta uniforme, lavoreranno uniti per l’assemblaggio e le decorazioni finali. Il taglio del nastro è previsto per le 23,30 con successiva degustazione gratuita al pubblico. Un’iniziativa, denominata “Torta Italia”, realizzata gratuitamente dagli artigiani, con il contributo economico di Confartigianato e la collaborazione per la stesura del disegno di supporto di Samuel Campisi, alunno dell’istituto regionale d’arte “Luigi e Mariano Cascio” e dei docenti. Le pasticcerie che hanno aderito al progetto esporranno in vetrina una coccarda tricolore come segno distintivo.
    “Siamo soddisfatti di questa piccola “unità” tra pasticceri – ha detto il segretario provinciale di Confartigianato Rosa Zarba – Si sono dati subito da fare per realizzare il progetto che abbiamo suggerito, ovvero la torta a forma d’Italia. Si sono attivati per pianificare i gusti e produrre secondo i requisiti di legge HACCP (Hazard Analysis and Critical Control Points), il sistema di autocontrollo che ogni operatore nel settore della produzione di alimenti deve mettere in atto al fine di valutare e stimare pericoli e rischi e stabilire misure di controllo per prevenire l’insorgere di problemi igienici e sanitari”. Il senso dell’Unità d’Italia – conclude il segretario – lo abbiamo visto riflesso tra i pasticceri. E’ la prima volta, infatti, che 20 ditte artigiane di questa categoria si riuniscono per un obiettivo comune superando ogni barriera o contrasto”.


    “Ricetta unica, per un’unica grande torta a cui lavoriamo con test degustativi e sperimentazioni da settimane– spiega Filippo Morgano, presidente provinciale “categoria pasticceri” di Confartigianato – Ringrazio in particolar modo il collega Liberto Campisi per la preziosa collaborazione nel coordinare il da farsi. Sono state, infatti, settimanali le riunioni nella sede dell’associazione di via Borremans,53. Chissà che quest’esperienza possa gettare le basi per futuri progetti da realizzare in collaborazione con i colleghi tali da poter guadagnare anche dei primati”.
    Saranno utilizzate 1.526 uova, 55.600 grammi di zucchero, 6.400 grammi di acqua, 64.000 grammi di burro, 18.000 grammi di farina, 16.000 grammi di nocciole, 6.120 grammi di Grand Marnier, 128 bacche di vaniglia. Tutto per tre strati di pan di spagna, farciti con due strati di crema reale alla nocciola e uno, quello superficiale, di crema reale al burro colorata di verde, bianco e rosso. Crema azzurra, invece per la decorazione su tavola (2,50 per 5,50 metri) dell’area marina.
    I maestri pasticceri che firmeranno l’opera sono: Filippo e Giuseppe Morgano, Angelo Barbarino, Liberto Campisi,Marco Di Maggio, Giuseppe Savoca,Filippo Intile, Santo Mirabella, Angelo Merlo, Francesco Platania, Nicolò Ultimato, Mario Tricarichi, Salvatore Madonia, Massimo Ciralli, Salvatore Platania, Roberto Di Franco, Francesco Di Maggio, Angelo Cascio, Francesco Cascio, Marko Vetri, Maurizio Fileccia, Filippo Barbagallo, Francesco Bruno, Luigi Ferraro, Salvatore Mangione.

     

    2 responses to “Una torta tricolore per il 150° dell’Unità d’Italia” Icona RSS


    Lascia un commento