La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Un Sindaco, suo malgrado

    Pubblicato il aprile 12th, 2008 Max Nessun commento

    di Enzo Conte
    Nel centrosinistra degli ultimi anni qualcosa decisamente non va. Com’è possibile che la nostra città sia sprofondata in un grigiore così cupo? Si può letteralmente dire che non è stato fatto nulla di nulla, se non cimentarsi nell’esasperato tentativo di elaborazione di scuse fasulle alla palese incapacità di governo dell’amministrazione. E intanto Enna, e noi con lei, continua a andare sempre più giù… E il sindaco Agnello? La sua giunta? Dove sono finiti? E’ una domanda a cui nessuno sembra poter dare risposta. Sono spariti dalle cronache se non per un caso, che certamente non afferisce l’azione di governo, ma le beghe interne alla maggioranza ennese per cui gli assessori Mastroianni e


    Tirrito hanno rassegnato le dimissioni. Mentre la nostra città giace in grave crisi, con le attività economiche, siano essere legate al turismo o alla clientela stanziale, che languono e la nostra provincia, governata dagli stessi uomini del centrosinistra, vede rinforzarsi il processo di emigrazione, gli uomini della giunta Agnello non trovano nulla di meglio da fare che fermare il loro sguardo miope sulle beghe interne ai partiti. Certo che poi il cittadino medio non ne vuole sapere nulla di politica! Mentre è tartassato dal carovita e dalla crisi economica, si trova a dover pagare più tasse per effetto del Presidente del Partito Democratico, Romano Prodi, a vivere in una provincia dove l’obiettivo unico di governo è “VINCERE LE ELEZIONI “ all’infinito, fregandosene del resto e, per di più, in una città morente, come la nostra, dove gli amministratore oziano e litigano. Ci resta un solo primato da strombazzare ai quattro venti: Il primo sindaco invisibile!

    Lascia un commento