La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Troina. Contributi e zero imposte per le nuove imprese che si insediano nelle Zone Franche

    Pubblicato il Ott 6th, 2018 Max Nessun commento

    L’assessore Giuseppe Schillaci

    Approvato dalla maggioranza del consiglio comunale, nella seduta del consesso civico svoltasi ieri sera al palazzo municipale, il nuovo regolamento per la concessione di agevolazioni e contributi a fondo perduto per le nuove attività imprenditoriali che si insediano nelle zone franche locali.La misura di sostegno, rivolta alle imprese che sorgeranno nelle vie Garibaldi, Umberto I°, Vittorio Emanuele II°, San Silvestro e nell’area prospiciente piazza Gramsci, prevede, per la durata di 2 anni, la concessione di un contributo di 2 mila euro per le spese di affitto e delle utenze del locale in cui sarà ubicata l’attività, l’esenzione totale del tributo dovuto per il servizio dei rifiuti e l’esenzione dell’Imposta Municipale Unica (IMU), nel caso in cui l’immobile sia di proprietà del titolare o della società che vi esercita l’attività.
    “Questo regolamento – spiega l’assessore alle attività produttive e allo sviluppo economico Giuseppe Schillaci – , muove i passi dall’idea di cercare di rivitalizzare alcune vie della città, storicamente votate al commercio che, negli ultimi anni, per problematiche legate all’ampliamento verso le periferie e il sovraffollamento di attività in alcune zone della città, ha portato allo svuotamento di quelle centrali. L’iniziativa ha, dunque, il duplice scopo simbolico di sostenere economicamente chi vuole investire in nuove attività imprenditoriali e, al tempo stesso, di spostare nelle zone franche nuove attività, decongestionando il traffico di quelle centrali”.
    Possono presentare istanza di partecipazione i titolari delle attività regolarmente iscritte nel Registro delle Imprese, che si trovino nel pieno e libero esercizio dei propri diritti.
    Il contributo sarà elargito anche per le attività con apertura stagionale, di durata superiore a 30 giorni, in particolare per quelle dei mesi estivi e del periodo compreso tra maggio e gennaio.
    Per questa fattispecie, è previsto un contributo a fondo perduto di 8 euro al giorno, fino a un massimo di 1.200 euro. 

    Lascia un commento