La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Trentesima giornata d’accoglienza per l’ONG Luciano lama

    Pubblicato il dicembre 9th, 2007 Max Nessun commento

    di Libero
    “Quindici anni per costruire la pace”. Questo lo slogan coniato dall’Associazione regionale di volontariato Ong, Luciano Lama, in occasione della trentesima accoglienza di bambini bosniaci che prederà il via giovedì 13 dicembre. Per quella giornata infatti una delegazione dell’associazione di volontariato con in testa il presidente dell’associazione l’ennese Giuseppe Castellano partirà da Enna per recarsi in Bosnia Herzegovina dove andrà a definire i preparativi per la partenza di circa 360 bambini dai 5 ai 12 anni, di quello stato della ex Jugoslavia, che per la maggior parte provengono da orfanotrofi e case per l’infanzia, di città come Sarajevo, Mostar, Srebrenica, Banja Luka, Tusla, Turja, Zenica, Vicegrad e che sino alla fine di gennaio trascorreranno un periodo di vacanza in altrettante famiglie sia del Molise che siciliane. Per essere più precisi 60 bambini saranno ospitati in una quindicina di comuni delle province molisane di Campobasso ed Isernia mentre i restanti in comuni di tutte e nove le province isolane precisamente: in provincia di Enna, nel capoluogo, Aidone, Assoro, Calascibetta, Gagliano Casrtelferrato, Leonforte, Nissoria, Piazza Armerina, Pietraperzia, Regalbuto e Valguarnera. In provincia di Catania nel capoluogo, Adrano, Giarre, Linguaglossa, Riposto, Misterbianco, Motta Sant’Anastasia, Paternò, Ragalna, Valverde. In provincia di Messina, nel capoluogo e a Giardini. In provincia di Palermo, nel capoluogo, Monreale, Caltavuturo, Termini Imerese. In provincia di Agrigento a Canicattì, Casteltermini e Ravanusa.


    In provincia di Trapani a Marsala. In provincia di Caltanissetta, a Niscemi, San Cataldo e Serradifalco. In provincia di Siracusa, nel capoluogo, Melilli, Floridia, Belvedere e Buccheri. In provincia di Ragusa, nel capoluogo, Santa Croce di Camarina, Modica, Pozzallo, Vittoria, Scicli, Ispica e Comiso. L’arrivo dei pullman con i bambini in Sicilia, nella mattinata di sabato 22 dicembre al “Palamelilli” di Melilli in provincia di Siracusa dove alla presenza delle autorità politiche, civili, militari e religiose locali, si terrà la cerimonia di accoglienza. Insieme ai bambini sarà presente anche il sindaco della città di Srebrenica, definita nel periodo della guerra civile che insanguinò a metà degli anni 90, la Bosnia Herzegovina, “Città martire”. Con i bambini che arriveranno tra qualche settimana, in quindici anni di attività sono oltre 10 mila quelli che grazie all’associazione regionale di volontariato Ong Luciano Lama, hanno avuto la possibilità di poter trascorrere un periodo di vacanza e serenità, in Italia, grazie al grande amore e solidarietà della comunità siciliana e da alcuni anni di quella molisana. “Sembra ieri quando organizzammo la prima accoglienza in Sicilia ed invece sono già trascorsi quindici anni con oltre 10 mila bambini venuti in Sicilia ed adesso anche in Molise – commenta il presidente dell’associazione Luciano Lama Giuseppe Castellano – ma tutti noi abbiamo lo stesso entusiasmo della prima volta. Un entusiasmo che ci viene e che non si esaurisce grazie alla risposta che riceviamo in ogni accoglienza dalle comunità siciliane e molisane che dimostrano sempre un grande senso di solidarietà nei confronti di chi sta peggio”. Tutti coloro che volessero informazioni sulle attività dell’associazione Luciano Lama e conoscere tutti i progetti avviati sia in Italia che all’estero, potranno telefonare allo 0935/533211 oppure collegarsi con il sito, ufficiale dell’associazione www.associazionelucianolama.it.

    Lascia un commento