La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • “Tanta fatica ma ne è valsa la pena”

    Pubblicato il Giugno 23rd, 2009 Max Nessun commento

    E’ questo il titolo della manifestazione che si svolgerà mercoledì prossimo, 24 giugno, alle ore 17 e trenta alla Casa di Giufà. La manifestazione, organizzata dal I° Circolo didattico De Amicis, alla quale parteciperanno il presidente dell’Ordine dei Giornalisti Franco Nicastro e il critico cinematografico Sebastiano Gesù, vuole festeggiare i riconoscimenti esterni che la scuola ha guadagnato nel panorama nazionale.  “E’ un anno di successi della scuola a 360 gradi – dice la direttrice del I Circolo, Maria Belato – In  un momento in cui si parla di9 impoverimento della scuola, in particolare delle competenze linguistiche e matematiche, soprattutto a carico dei bambini meridionali, la De Amicis si distingue in vari campi. Un riconoscimento che non celebra i singoli alunni ma la scuola tutta”.
    Tra questi il tg on line “Informarsi ed informare”, realizzato dagli allievi delle IV e IV nell’ambito del Pon dello scorso anno, “La Scuola a tutto tondo”, che ha ricevuto un riconoscimento a Benevento nell’ambito del Concorso nazionale dell’Ordine dei Giornalisti. Il lavoro realizzato dagli esperti, la giornalista Laura Bonasera e Marco Nicotra, insegnanti Maria Notarrigo e Rita Sabatino, e selezionato tra 700 scuole provenienti da tutta Italia, è un reportage sul Pon e gli allievi che vi hanno partecipato.
    Tra le eccellenze della De Amicis c’è anche il coro composto da 50 elementi delle classe 3^, 4^ e 5^ diretto dalle maestre Franca Petralia e Maria Stella Bruno . Il coro ha partecipato al Concorso musicale regionale”Premio città di Calascibetta” IV edizione  28/29/ maggio 2009. Su sette scuole partecipanti, il 1° Circolo ha vinto il primo premio. I bambini hanno eseguito brani inediti di F.Paolo  Neglia accompagnati dalla pianista Emanuela Spina.

    Anche sul fronte della matematica gli allievi della De Amicis si sono distinti partecipando  ai i giochi dell’AICM Sicilia.
    A questa edizione dei Giochi Matematici di Sicilia, per la quale è stato chiesto il patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale della Sicilia,hanno partecipato, gli alunni frequentanti le classi terze, quarte e quinte. Alle finali regionali sono stati ammessi 2 alunni della classe terza (Lotario Melissa e Fornaia Shanti) e 4 alunni delle classi quarte (Spagnolo Amelia, Monaco Debora,Bruno Lorenzo e Fontanazza Giuseppe)
    La lingua inglese è di casa alla De Amicis. Ormai da anni la scuola è sede del Trinity college. Nel corrente anno scolastico gli alunni scelti per livello di competenza hanno sostenuto l’esame orale con un insegnante di madre lingua.
    42 alunni di grade II e 30 di grade I hanno superato tutti l’esame finale con ottimi voti
    guidati dagli insegnanti Rosa Scaduto e Anna Dongarrà con la collaborazione di Concetta Timpanaro.
    Nell’ambito del progetto “I valori scendono in campo”, curato dalla maestra Rita Vaccari, la Medaglia per merito  è andata all’’alunna Federica Barbarino, che frequenta una delle quattro classi che hanno espletato il progetto“I valori scendono in campo” che mira a far riflettere i ragazzi sull’importanza di comportamenti “corretti”, indispensabili per uno sport sano, –


    gioioso e leale per valori e forma.
    Il percorso ha sviluppato approcci didattici per rilanciare una nuova e più matura cultura sportiva, fondata sul rispetto reciproco, sulla convivenza civile, sull’educazione alla vita, alla non violenza e all’etica proponendo il calcio come strumento di approccio alle nuove generazioni.
    La filastrocca di Federica “Poesia sul calcio” è stata selezionata e premiata da una commissione provinciale tra tutti i lavori prodotti dagli alunni. Successivamente perverrà all’Osservatorio Permanente della Formazione (Settore giovanile della FIGC) composto da giornalisti, dirigenti scolastici e sportivi, campioni di calcio, insegnanti e psicologi che dovranno ratificare la “Carta dei diritti e dei doveri dei tifosi).
    Gli alunni della De Amicis si sono scommessi anche nella realizzazione di un cortometraggio, momento finale di un progetto, con il patrocinio del Comune di Enna,  curato dalle insegnanti Filippa Di Dio e Maria Notarrigo, esperti Tilde Di Dio e Marco Morgano, e inserito nella tematica di Istituto: “Il rispetto comincia da me”. Il lavoro realizzato dagli  allievi di prima e seconda classe, sottolinea il rispetto per l’ambiente. L’obiettivo viene raggiunto attraverso una favola, quella del “Paese di Ucchebello”, un paese fantastico che potrebbe essere anche Enna, spesso mortificato più che dall’incuria, dalla distrazione, dalla mancanza di amore e rispetto, dal non vedere, non osservare, non apprezzare i patrimoni di storia, paesaggi, cultura e tradizioni che abbiamo ogni giorno sotto gli occhi.
    Anche internet è stato esplorato in un  progetto, curato dalle insegnanti Filippa Di Dio, Silvia Santelmo e Rita  Vaccari, con gli esperti Angelo Di Dio e Tilde Di Dio. Prodotto del progetto un video dal titolo “Il grande web”. Il lavoro ha dato  la possibilità agli alunni di sperimentare un approccio efficace e collegando le diverse tematiche affrontate nei diversi laboratori,  si è voluto guidarli alla conoscenza dei rischi connessi all’utilizzo delle nuove tecnologie
    I giovani e anche i bambini fanno un grande uso di Internet e  ancora di più del cellulare. Ma quanti rischi possono correre! Problemi e pericoli  che spesso non sono in grado di gestire da soli. Il mondo adulto deve offrire risposte adeguate e garantire condizioni che favoriscano comportamenti consapevoli e sicuri. Genitori, scuola ma anche istituzioni hanno il difficile compito di informare, supportare e accompagnare i ragazzi nell’uso sicuro e responsabile di Internet e del cellulare.
    Il video, che affronta il problema  con ironia utilizzando contributi di grandi film, ha ricevuto riconoscimenti e il II° premio del Concorso “Cortisonici” di Varese.
    Alla manifestazione di mercoledì prossimo parteciperanno gli insegnanti, gli esperti gli allievi e i genitori del I Circolo.

    Lascia un commento