La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Sui precari la Corte Cost. boccia la Regione Siciliana

    Pubblicato il novembre 1st, 2007 Max 1 commento

    di Libero
    Con sentenza del 31 ottobre 2007 la Corte Costituzionale ha annullato una norma del legislatore siciliano che mirava ad incrementare il corrispettivo delle prestazioni lavorative degli LSU senza adeguata copertura finanziaria. Ha osservato in proposito la Corte che la nuova disciplina introdotta dalla norma de quo comporta un consistente incremento dei corrispettivi delle prestazioni lavorative eccedenti la durata ordinaria (20 ore settimanali ed 8 ore giornaliere) e, quindi, un rilevante aumento di spesa, a fronte del quale è prevista la copertura finanziaria soltanto per l’esercizio 2003 (v. art. 41, comma 4, della legge regionale n. 23 del 2002), mentre nulla viene disposto per il periodo pregresso a partire dall’entrata in vigore della legge regionale n. 3 del 1998. Tale disciplina, oltre a confliggere con la previsione dell’art. 191 del dlgs. 18 agosto 2000, n. 267 (Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali), secondo cui «Gli enti locali possono effettuare spese solo se sussiste l’impegno contabile registrato sul competente intervento o capitolo del bilancio di previsione e l’attestazione della copertura finanziaria di cui all’art. 153, comma 5», si pone in aperto contrasto con l’art. 81, quarto comma, della Costituzione, perché non indica né l’ammontare della nuova e maggiore spesa né i mezzi per farvi fronte. Per la Regione Siciliana, infatti, l’art 17, secondo comma, dello Statuto dispone che la legislazione regionale si svolge «entro i limiti dei principi ed interessi generali cui si informa la legislazione dello Stato». Il che comporta che il legislatore regionale, non può sottrarsi a quella fondamentale esigenza di chiarezza e solidità del bilancio cui l’art. 81 Cost. si ispira (cfr. Corte cost., sentenze n. 54 del 1958; n. 30 del 1959; n. 31 del 1961; n. 96 del 1966; n. 47 del 1967; n. 135 del 1968; n. 123 del 1975).

     

    1 responses to “Sui precari la Corte Cost. boccia la Regione Siciliana” Icona RSS

    • fatelo capire anche AL NOSTRO PRESIDENTE PROVINCIALE. cosi almeno avrà un alibi per la sua mancata promessa!


    Lascia un commento