La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Stop alle stabilizzazioni del personale di categoria “A” e “B”

    Pubblicato il febbraio 8th, 2012 Max Nessun commento

    di Massimo Greco
    E’ questa la fredda affermazione fatta dalle Sezioni Riunite della Corte dei Conti  a seguito di uno specifico quesito formulato dal Comune di Alcamo. Tra gli altri quesiti merita di essere evidenziato quello secondo cui il Comune di Alcamo chiede se sia possibile procedere alla stabilizzazione del personale di categoria “A” e “B” in deroga al principio di adeguato accesso all’esterno per la copertura di posti vacanti in dotazione organica. L’autorevole Giudice consultivo così risponde: “Tra i principi generali del T.U. sul pubblico impiego si annovera anche quello dell’adeguato accesso dall’esterno nelle procedure concorsuali, desumibile dall’art. 35, comma 1 lett. a e 35, comma 7 del D.lgs. n. 165/2001, più volte richiamato dalla Consulta (cfr., da ultimo, Corte costituzionale, sent. 05/01/2011, n. 7). Tale principio generale vale per tutte le selezioni, salvo disposizioni speciali di carattere derogatorio, nella fattispecie difficilmente rinvenibili”.

    Riservandomi di fare uno specifico approfondimento sul tema appare, prima facie, in tutta la sua evidenza l’assurdità della vicenda, nella quale si assiste al diniego di una stabilizzazione ambita da un paio di operatori del Comune di Alcamo in presenza di 4.500 colleghi di pari categoria stabilizzati dall’Amministrazione Regionale appena due anni fa. Delle due l’una: o la Corte dei Conti ha fondato il proprio parere su un erroneo convincimento giuridico o l’Amministrazione Regionale ha preso un abbaglio nell’avviare la citata stabilizzazione per gli operatori ex A.S.U. inquadrati nelle categorie “A” e “B”.

    Lascia un commento