La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Soddisfazioni ornitologiche al Lago di Pergusa

    Pubblicato il agosto 2nd, 2011 Max Nessun commento

    Si sono involati i tre pulcini di Tarabusino (nella foto di R. Termine) nati al lago di Pergusa e che da diverse settimane la dott.ssa Rosa Termine, biologo dell’Università Kore, segue fin dalla deposizione delle uova. “E’ stata una grande soddisfazione seguire la crescita di questi pulcini e vederli già pronti a lasciare il nido quando immobili assumevano la tipica postura eretta con il becco puntato verso l’alto per mimetizzarsi tra le canne, proprio come fa l’adulto” spiega la Termine.

    Il Tarabusino è il più piccolo Ardeide europeo, ha una lunghezza di 35 cm ed un’apertura alare di 58 cm. Il maschio presenta la sommità del capo, il dorso, la coda e la superficie superiore delle ali nero lucido, mentre il collo, il petto e le parti inferiori sono bianco crema; la femmina ha il piumaggio con le parti superiori macchiettate di marrone, risultando meno contrastata e più mimetica. Le zampe sono verdi e il becco è giallastro che nel periodo riproduttivo diventa più arancione o rosso alla base.

    In Italia questa specie, frequentatrice delle zone umide, è migratrice, nidificante estiva; verso la fine di aprile, nelle zone di riproduzione arrivano, dall’Africa, prima i maschi; ognuno di essi si stabilizza in un’area del canneto che delimita facendo sentire il suo caratteristico verso territoriale somigliante al gracchiare di un rospo. E’ il maschio che costruisce il nido, in mezzo al fitto canneto poco elevato rispetto al livello dell’acqua sottostante, dove attrae la femmina che arriva qualche giorno più tardi durante la migrazione primaverile. La cova delle uova viene svolta da entrambi i sessi.


    In Sicilia la popolazione di Tarabusino ha subito consistenti fluttuazioni a causa di eventi naturali o indotti dall’uomo. Fino agli anni ottanta il lago di Pergusa vantava una popolazione tra le più numerose dell’isola, che poi era regredita fino alla scomparsa negli anni ‘90 a causa delle crisi idriche del lago. Dal 2003 la popolazione di Tarabusino si sta ricostituendo e quest’anno si è stati in grado di dimostrarne la nidificazione.

    A Pergusa la fauna viene controllata quasi giornalmente e periodicamente viene effettuata l’attività di inanellamento dell’ornitofauna; proprio nei giorni scorsi ne sono stati inanellati 92, appartenenti a varie specie tra le quali: Tarabusino, Cannaiola, Capinera, Cinciallegra, Cinciarella, Occhiocotto, Passera sarda, Passera mattugia, Pendolino,  Usignolo di Fiume, Sterpazzolina, Usignolo, Tortora e, per la gioia dei bambini presenti che hanno assistito alle attività, il Gruccione, bellissimo volatile dal piumaggio variopinto con l’azzurro dominante, che in estate viene a nidificare nella conca pergusina.

    Lascia un commento