La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • “Siamo un partito incazzato con la bava alla bocca”

    Pubblicato il novembre 19th, 2007 Max 3 commenti

    On. Daniela Santanchè

     

    3 responses to ““Siamo un partito incazzato con la bava alla bocca”” Icona RSS

    • Essendo il Partito degli Incazzati, non possono che aderirvi coloro i quali sono incazzati per qualsiasi motivo. Anche il più infimo.
      Un vecchio puzzolente ti ha fregato il posto sull’autobus? Vota il Partito degli Incazzati!
      Qualcuno ti ha pestato un piede? Vota il Partito degli Incazzati!
      Fuori piove e non puoi andare a giocare a calcio nel parco? Vota il Partito degli Incazzati!
      La prof di Matematica ti ha dato 4? Vota il Partito degli Incazzati!
      Ma l’incazzato medio non è il solo elettore di codesto partito.
      Tra le fila di questa associazione troviamo anche dei giovani e giovanissimi tolleranti e moderati che, essendo stanchi e annoiati dalle solite battute di caccia al cinese con gli amichetti di Azione Giovani, decidono di cambiare formazione per provare nuove emozioni e per avere delle zucche nuove da spaccare a suon di manganellate. Di fatto, non c’è alcuna motivazione ideologica di questo cambio di casacca. È solo una mossa di marketing, una cosa di moda che fa tendenza, perché votare Il Partito degli Incazzati è figo, è trendy!
      Gli obiettivi del partito sono i seguenti:
      Spedire al confino chiunque non abbia appeso in casa un fascio littorio.
      Picchiare a sangue chiunque non compri un calendario sexy di Daniela Santanché.
      Riconquistare la Libia, l’Etiopia e l’Eritrea. Per ricostruire l’Impero di una volta.
      Espellere tutti gli immigrati di qualsiasi ordine e grado!
      Reintrodurre la Battaglia del grano: cambio di nome della Barilla in Balilla.
      Restaurazione della monarchia. Perché fa tanto elegante e “british” avere il re anziché un presidente della repubblica.
      Uscita dall’Euro, ripristino della Dracma.
      Uscita dall’Unione Europea, ripristino della Gallia Cisalpina.
      Imposizione ai cittadini del pellegrinaggio annuale presso la tomba di Benito Mussolini.
      Rievocazione della “Secessione dell’Aventino” attraverso lo svuotamento delle Camere.

    • tra gli incazzati però potrebbero trovare posto quanti sono stufi delle nostre amministrazioni, Comune, Provincia e tanti altri carrozzoni inutili che succhiano sangue come sanguisughe fameliche!. Non vi pare?

    • sono in attesa di conoscere la tanto sospirata sentenza del TAR Catania sulla questione ATO. poi vedrete quanti incazzati ci saranno ad Enna e provincia, qualunque sia il risultato, perchè se da un lato essa sarà favorevole se sarà favorevole ai consumatori, SAREMO INVITATI UGUALMENTE A PAGARE IL DOVUTO PER IL “DISSERVIZIO” RICEVUTO FINORA . . . e a tempi strettissimi per consentire il minimo danno a chi ci ha tartassati, e
      quelle facce di bronzo studieranno qualsiasi strataggemma per aggirare gli ostacoli;questa è la legge del più forte. E nel frattempo, l'”uomo della nostra terra” presenterà un disegno di legge per mettere fuori competenza i TAR, e costringerà a rivolgersi alla magistratura ordinaria, i cui tempi, si sà, sono biblici. . . .


    Lascia un commento