La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • “Si cambino pure i simboli ma il risultato elettorale non cambia”

    Pubblicato il Giugno 2nd, 2010 Max 7 commenti

    di Massimo Greco
    I risultati elettorali della destra ennese confermano in linea di massima non solo le previsioni, ma anche il dato storico. Il PDL che a Enna città è formato dalla sola componente di Alleanza Nazionale ottiene 2181 voti, pari al 11,88%. Alle precedenti comunali del 2005 AN si attestava al 10,6% nonostante il traino del candidato a Sindaco Ferrari. Il lieve aumento in percentuale deriva dall’inserimento dei due indipendenti Messina e Tedesco, visto che il candidato della destra di Storace era presente anche nel 2005. Forza Italia, che a Enna fa capo solo alla componente Grimaldi, e che si è presentata sotto il simbolo di Enna Libera, ha raccolto 2387 voti pari al 13%. Nel 2005 Forza Italia aveva raggiunto il 13,8%, registrando quindi un leggero calo. Sostanzialmente, il dato elettorale non cambia nè nelle file della ex Alleanza Nazionale nè in quelle della ex Forza Italia. E se si sommano i voti della lista dell’UDC con quella dell’MPA si registra una conferma anche in questa area di centro: insieme le liste hanno raggiunto la percentuale dell’11,29% contro il 12,3% che ha preso l’UDC nel 2005. Il calo è dovuto alle note questioni che hanno caratterizzato la vicenda preelettorale degli uomini ennesi di Casini.

     

    7 responses to ““Si cambino pure i simboli ma il risultato elettorale non cambia”” Icona RSS

    • La domanda nasce spontanea: “Questi numeri ci daranno futuro ?” Perché se ci daranno un futuro come PDL Enna continuiamo su questa strada. Diversamente, parliamone: senza se… e senza ma…

    • è dario Cardaci a chi fa riferimento?

    • Dario ha un suo personale budget elettorale al quale si è aggiunto un nostro contributo.

    • Messina, Tedesco, Cardaci, Giunta da soli hanno 600 voto quindi 2000-600 = 1400 voti. se vogliamo essere molto molto generosi i voti di AN a Enna sono 1000!!! Mi dispiace Massimo di aver distrutto il tuo sogno!!!!

    • Intanto i voti di lista sono 2181 e non 2000 e poi su quelli di Cardaci c’è anche un nostro modesto contributo elettorale per il buon lavoro di Assessore che lo stesso ha fatto alla Provincia. Per cui il calcolo va rivisto in questi termini: Tedesco 102 + Messina 221 + Giunta 99 + Cardaci 150 = 572. Se non ci fossero stati questi 4 amici si sarebbero candidati altri 4 che al loro posto avrebbero preso – al ribasso – non meno di 200 voti (bastava ricandidare Gravina), che aggiunti alla restante differenza di 1609 avrebbero dato un totale di 1809 voti pari al 9,86%. Guarda caso questa è la percentuale dei voti che Alleanza Nazionale ha sempre confermato alle amministrtive. La matematica egregio amico non è un opinione nemmeno per coloro che sono annebbiati dal pregiudizio.
      E comunque, se proprio devo essere sincero un sogno l’ho coltivato quando mi sono ricandidato l’ultima volta al Consiglio Provinciale ottenendo nella sola città di Enna 1160 voti di preferenza. L’unico candidato fra tutte le forze politiche di destra e di sinistra in grado di superare i mille voti in città. A me personalmente è bastato questo, il resto come si diceva in un vecchio film sono solo “chiacchiere e distintivo”.

    • Caro Massimo, vedo che essendo tu il gestore del Blog hai potuto apportare una piccola ma significativa modifica all’ultimo tuo intervento e cioè i voti che voi di AN avevate girato a Cardaci, in un primo momento da te quantificati in 73 e adesso ridimensionati in 23!!! Dunque, constato e concludo che le tue… erano “chiacchere e distintivo” !!!! In bocca al lupo per domani!!!!!

    • La rettifica era necessaria a seguito di un errore materiale nella trascrizione dei voti di preferenza che non cambia minimamente la sostanza del mio commento. Crepi il lupo per Moceri.


    Lascia un commento