La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Rinvii a giudizio per le assunzioni all’ATO rifiuti

    Pubblicato il novembre 28th, 2008 Max 1 commento


    Creative Commons License photo credit: VanessaO

    di Massimo Greco
    Il rinvio a giudizio degli Amministratori del C.d.A dell’ATo rifiuti ennese per l’assunzione degli operatori è significativa, in questa sede, non tanto per l’aspetto politico della vicenda, quanto per quello giuridico. Il Pubblico Ministero ha infatti contestato agli indagati l’abuso in atti d’ufficio. Ciò presuppone, da parte del Procuratore della Repubblica, una valutazione pubblicistica della natura giuridica dell’ATO rifiuti. Il PM, quindi, ha riconosciuto la veste di Ente pubblico alla società d’ambito “Enna-Euno” che, com’é noto, è una società per azioni, “…..con la conseguenza che i funzionari di tali enti sono pubblici ufficiali e pubblici sono gli atti da essi posti in essere nell’esercizio delle loro funzioni” (Cass. Pen. Sez. V°, 14/04/1980, in Cass. Pen, 1981, 1541).

     

    1 responses to “Rinvii a giudizio per le assunzioni all’ATO rifiuti” Icona RSS

    • Il vero scopo dell’istituzione dell’Ato è stato quello di assumere amici e parenti dei soliti politici di destra e siniistra con stipendi da nababbi e triplicare ai cittadini le tariffe dei rifiuti per poterli pagare. Speriamo che la giustizia faccia il suo corso perchè i cittadini si sono stufati di questa classe politica arrogante e che si servono della politica per arricchirsi e dare il lavoro solo ai soliti raccomandati.


    Lascia un commento