La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Riemerge l’incubo Pasquasia

    Pubblicato il dicembre 23rd, 2007 Max 13 commenti

    di “L’Ora Siciliana “
    A Pasquasia ci sarebbero rifiuti nucleari e documenti lo dimostrerebbero. A sostenerlo è il periodico “L’Ora Siciliana”, IN VENDITA NELLE EDICOLE, che svela come nell’ex miniera fin dal 1995 vi sarebbero depositate scorie di medio livello. Ma la cosa più preoccupante sarebbe che dal 2010 a Pasquasia finirebbero anche le famigerate HLW di terza categoria, ossia le scorie la cui radioattività decade nel corso di migliaia di anni.Inoltre, il giornale ipotizza addirittura un inaspettato incidente nucleare verificatosi probabilmente intorno al 1995 durante una fase sperimentale di laboratorio per verificare la reale consistenza del sottosuolo della miniera su eventuali dispersioni di radiazioni. Lo testimonierebbe la presenza di Cesio 137 nelle vicinanze di Pasquasia, riscontrata dall’Usl nel –


    1997 in concentrazione ben superiore alla norma. Se l’emissione nell’aria di questo radionuclide è normalmente provocata da disgrazie all’interno di centrali nucleari, perché a Pasquasia che centrale nucleare non è? Attraverso un’attenta cronistoria iniziata nel 1983, quando l’Enea “strizza l’occhio” a Pasquasia, il giornale descrive un inquietante intreccio di fatti e di smentite, di omertà e di depistaggi, di menzogne volute e di ignorante confusione.Perché fu scelto proprio il sito ennese? Perché l’argilla o il salgemma sono le formazioni idonee per la sistemazione definitiva di scorie nucleari, comprese quelle ad altissima intensità. Se ci sono entrambe le formazioni, come a Pasquasia, è meglio perché si hanno non una ma due delle barriere naturali per garantire l’isolamento del deposito.Secondo quando afferma ancora “L’Ora Siciliana”, oltre al danno ci sarebbe anche la beffa perché se effettivamente nelle viscere di Pasquasia ci fossero le scorie, «dovremmo drammaticamente chiederci dove finisce la gran quantità di denaro erogato dall’Euratom come indennizzo per le vittime innocenti, morte di tumore, e come “affitto” per il deposito finale di rifiuti radioattivi a Pasquasia».

     

    13 responses to “Riemerge l’incubo Pasquasia” Icona RSS

    • Si dice, e qualcuno che sa potrebbe confermare o provare a smentire, che intorno al 1998 in un’azienda agricola ubicata nei pressi del suddetto sito sarebbero accaduti fatti inquietanti. I fatti si riferiscono alla nascita di bovini anomali, con uno strano numero di zampe e con due teste completamente deformi. Dato l’allarme, le bestie sarebbero state soppresse in cambio di un remunerato silenzio. Ma si sa, il silenzio non è assoluto… Allora c’è in giro qualche voce!! Chissà se è solo voce…
      Qualcuno sà..

    • Quella di Pasquasia è una pagina tristissima della nostra provincia, su cui bisogna fare definitivamente luce.

      La Destra – Gioventù Italiana

    • Stanco di tante parole inutili, amareggiato questo immobilismo, ho deciso, senza dare troppo all’occhio, di capire qualcosa in più sul problema di Pasquasia.

      Con la necessaria strumentazione (qualche contatore Geiger, qualche sonda per rivelare emissioni alfa, beta e gamma) ho fatto le mie verifiche.

      Confermo che in una zona molto ampia (in un raggio di molti chilometri) intorno a Pasquasia si registrano scintillazioni per decadimento beta e gamma superiori alla media nazionale per almeno un ordine di grandezza (10 volte).

      Non voglio fare l’eroe, il mio intervento si chiude qui. Questo intervento vuole solo essere uno stimolo per continuare ad indagare su quel sito. Gli strumenti necessari a questo genere di indagine hanno dei costi perfettamente accessibili a qualunque ente di ricerca o istituzione (qualche migliaia di euro). In quella miniera c’è certamente qualcosa di “anomalo”.

      Invece di stare a discuterne, si mandino dei tecnici dell’IAEA o di qualche altra agenzia acreditata ad eseguire qualche semplice misura di questo genere. Ripeto, si tratta di controlli semplici, rapidi, economici, e i cui risultati sono da subito chiari ed oggettivi.

      Saluti a tutti e grazie per l’attenzione.

    • Scusami fisico, ma con i dati in tuo possesso, non potremmo rivolgerci direttamente a qualche istituzione europea che protegge il cittadino?
      Se questi controlli che dici tu, non sono stati effettuati fino ad oggi, io non mi fiderei di nessuno.
      E’ SCANDALOSO IO CONOSCO PERSONE CHE HANNO MENO DI 30 ANNI E CHE SONO MALATE DI CANCRO…..

    • Villarosa,
      Solforosa,
      Dove la Morte
      Riposa:
      Dentro ai Buchi,
      nella Terra,
      coi Rifiuti
      di una Guerra
      Nucleare
      mai saputa…
      Villarosa,
      sei fottuta!!

    • Qui non succede nulla come al solito..nonostante la commissione.
      Inviterei i membri della commisione ad interagire su questo blog!
      Dateci delle risposte!!

    • Due barriere naturali, già.
      …che evidentemente non funzionano!

      In Francia (ma anche altrove, secondo le direttive standard) ci sono depositi di scorie nucleari che raggiungono i 15km di profondità.
      Ora dubito fortemente che una miniera raggiunga tali abissali (ed è minimizzare) metrature.

      E’ stata una cosa criminale, come lo è stato mettere tutto a tacere.
      Ma del resto il criminale che abbiamo al governo ha redatto una legge del 2008 che mette il SEGRETO DI STATO sullo stoccaggio di qualunque rifiuto, senza allertare Vigili del Fuoco o ASL, e se se qualcuno nota un tasso incredibile di tumori e va in giro ad indagare si becca 5 anni di galera.

      Bentrovati in Italia, terra della correttezza, della legalità e del rispetto per il prossimo!

      Oggi, per ottenere che la legge faccia il suo corso in questioni importanti (rendiamoci conto a che punto siamo arrivati), bisogna montare un caso nazionale, e tutti a quel punto corrono.
      Fate in maniera che la cosa risalti agli occhi della stampa: vogliono cifre?
      Portategli l’elenco dei morti di tumore negli ultimi 15 anni (i giornalisti adorano dire “mille! duemila!”), fate foto ai contatori geiger e all’ingresso della miniera (bloccato con una colata di cemento), indite una manifestazione di cittadini sotto un qualche grosso comune, e fate un bel casino (tipo bloccare una strada o una ferrovia): sarà anche scorretto, ma alla fine l’opinione pubblica sarà dalla vostra.
      E qualcuno in Italia o in Svizzera, finalmente, inizierà a cagarsi in mano.

      Ogni giorno che passa, qualcun altro rischia di ammalarsi.

    • Presidente Regalbuto vogliamo delle risposte; interagisci su questo blog!!!

    • Heironeous: il criminale a cui ti riferisci si chiama Prodi…. la legge sul segreto di stato su ogni sito di stoccaggio di materiale radioattivo è del suo governo.

      animali strani azienda agricola: vero è, ci sono queste voci in giro e le ho sentite raccontare da un agricoltore di zona. Nessuno però ne vuole parlare…

      la commissione: la cosa sta prendendo un peso nazionale, la scorsa settimana ho parlato con uno della commissione e a quanto pare ci sono interessamenti da parte della RAI, mediaset, stampa nazionale, vedremo se ci riusciranno a fare davvero una conferenza stampa.
      Si sta interessando anche qualche membro del parlamento europeo e qualche senatore dell’altrui terra. l’Arpa sicilia ha fatto dei campionamenti e ha redatto un documento di caratterizzazione delle zone vicino la miniera. Su queste informazioni Sviluppo Italia sta preparando un progetto di bonifica del sito, non si capisce però se il progetto riguarderà il suolo solamente o se riguarderà suolo e sottosuolo. vedremo cosa uscirà fuori intanto da questo progetto.

      Altre persone raccontano di segnali alti rilevati con geiger e altro a livello amatoriale. Si parla di Legambiente di Catania. Si dice addirittura che alla fine degli anni 90 è stato messo a tacere uno studio su pasquasia stava per fare emergere valori di radiazioni di gran lunga superiori al vulcano dell’etna. Per i fisici è la zona che per natura emette + radiazioni di tutti gli altri posti, quindi ciò che si rileva a Pasquasia non proviene da fonti naturali. ok, ma chi ha fatto tacere e chi stava facendo questo studio?

      ricordate: è stato messo a tacere l’assessore regionale territorio ambiente che nel 97 ha lottato per farsi aprire il cancello di una struttura di proprietà dell’ente di cui lui stesso è assessore…EH?… ma di che stiamo parlando????

      era evidente già allora che la faccenda pasquasia andava oltre la politica, molto oltre. Forse la politica (o parte di essa) ha subito imposizioni?
      abbiamo subito tutti allora?

      confermo che il geiger lo può acquistare chiunque, ci sono modelli da 500€ in su, basta digitare \geiger\ su google, non è difficile… a natale lo regaleremo ai nostri figli, con un bigliettino: se non te ne vai tu di tua spontanea volontà, sarò io ad assicutarti a pedate nel culo verso un’altra terra…

      è ora che la commissione cominci a portare fuori le cose che per ora vengono passate solo per sentito dire. se c’è un passo, anche piccolo, è giusto che la gente sappia.

      pare che la Regione si stia interessando in prima persona e si vuole fare una commissione per tutta la regione per capire come sono combinate le nostre miniere. Se ci pensate in effetti anche a Nicosia ci sono numeri spaventosi. c’è una associazione a nicosia che assiste i malati terminali che registra numeri record. ok, ma che cazzo c’entra con Pasquasia??? siamo troppo lontani… che si tratti di altri siti? boh…. siamo abituati a parlare di Pasquasia perchè c’è anche un danno economico impressionante, visto che si chiuse uno dei centri + grossi d’europa, quindi chi se ne frega della minuscola discarica vicino Nicosia. Intanto anche lì il problema c’è.

      pare anche che tempo addietro una azienda del settore minerario chiese alla regione di poter sfruttare il sito ormai in disuso di pasquasia.
      la risposta fu del tipo: se vuoi ti affitto il suolo, ma il sottosuolo te lo puoi scordare.
      certo, io che estraggo non ho bisogno del sottosuolo… no???
      forse oggi avremmo un’azienda che darebbe lavoro a centinaia di compaesani!

      nei documenti che ha in mano la commissione c’è un documento del 2001 in cui pare che l’asl 4 dichiara che l’incidenza tumorale sulla mortalità provinciale è del 20%, aspetto di averlo in mano per andare in giro e fare baccano, dice che fuori però non possono dare nulla!
      Voci di corridoio, corridoio dell’asl forse, dicono che già si è arrivati al 35-40%… dormite sonni tranquilli… qualcuno aveva già fatto casino anni addietro per questi numeri da metropoli industrializzata, come se la gente vivesse affianco alle industrie…. a Enna??? industrie????
      certo che si! quelle di soldi!

      in un’altra pagina di questo sito ho letto i nomi dei componenti della commissione, ho visto nomi di gente che ha lottato anni fa per fare chiarezza, speriamo che ci sia il giusto contributo!

      le cose che scrivo le ho sentite a voce, davanti un caffè al bar della provincia.
      spero di vederle pubblicate sulla stampa o comunque sia a firma del presidente della commissione o della provincia, qualcuno deve uscire allo scoperto.

      e poi: perchè il Comune di Enna tace? Pasquasia non ricade nel territorio di sua competenza? e non mi venite a dire che è perchè sono di sinistra! se scende la RAI si girerà sia a sinistra che a destra, tranne che si mette a tacere il cameramen e lo si punti solo verso una direzione e gli si dica: se taci diventerai pure tu parlamentare!

      se non lo fate per il passato, fatelo almeno per il futuro….Berlusconi sulla stampa qualche giorno fa: per il nucleare, la sicilia sarà polo di eccellenza

      forse si riferiva ai tumori, lì si che siamo eccellenti…

      dormite, dormite tutti, come hanno sempre fatto i siciliani, da sempre

      …. tutto cambia per rimanere uguale…. frase di un povero coglione che aveva capito tutto, proprio tutto di questa terra

    • Giuseppe Maria Amato

      Prima di tutto una notazione, mi duole, nonostante ne capisca lo sfogo, dissentire dal termine usato da “armali di vuscu” per definire Giuseppe Tomasi di Lampedusa.
      Aver conoscenza ed intelligenza, anche queste ti danno pienamente il triste senso di una così tangibile impotenza verso il malke oscuro della terra di Sicilia non può e non deve essere coglionaggine!!!!
      Poi…
      Dal 1986 su Pasquasia si continua a vociferare, leggo che qualcuno di voi ha operato analisi interessantissime con rilevatori geiger e non, datemi i dati!
      Agire è possibile, parlare a vanvera non serve!!!!
      Oggi Sviluppo Italia sta preparando un mega progetto di bonifica di Pasquasia, sarebbe più che opportuno capir meglio quanto e come la superficie esterna (che dell’interno potremo dir solo hic sunt leones)sia contaminato.
      Poi non dimenticate, Pasquasia è anche cemento amianto a tonnellate, rifiuti chimici, olii esausti, incredibili ammassi di metallo, pozzi stracolmi di solidi assimilabili a rifiuti tossici e nocivi!!!!
      Chi ha conoscenza DEVE parlare, chi sa anche brandelli di verità, come quelli che compaiono in queste brevi, interessanti note, fatti avvenuti nei dintorni e non dicerie e leggende rurali, deve portare a galla la verità!

    • Finalmente apprezzo una nota razionale e non di impotenza nelle parole del membro della commissione Amato.
      E’ questa la strada giusta, chi sa qualche pezzo di verità la dica portando prove.
      Coraggio…Enna!

    • Solo io vi darò la verità!

    • Io sono siciliana sono nata a Villapriolo ma risiedo a Novara da 37 anni. Ho fatto tanti sacrifici e ristrutturato 2 locali a Villapriolo. Era il mio sogno andarci da pensionata. Ogni anno tornavo per le vacanze e pensavo di respirare e mangiare cose genuine.5 mesi fa mentre ero li mi sono sentita male sono tornata a Novara e sia ad Enna dove avevo fatto un’ecogragia sia qua dove poi sono stata operata mi hanno tolto un TUMORE STROMALE GASTROINTESTINALE ( GIST ) raro dipendente dal DNA un gene imperfetto o meglio dadiazioni che hanno mutato e danneggiato il mio sistema.Purtroppo mai nessuno mi aveva parlato prima di quello che si era verificato li nella mia terra ma la maggior parte di loro ne sono a conoscenza.Io lo sò da solo una settimana e la cosa non mi va giù affatto per ovvi motivi e non solo personali. Io amo tutti i miei paesani e dintorni e la cosa non mi va giù affatto.Vi lascio il mio N. di telefono, sono agguerrita e non ho paura perchè questa è una cosa talmente sporca e terribile che non si può nascondere. Dico già a chi l’ha fatto per soldi o quant’altro che mi fà tanto schifo e che non si può fare tutto questo male per i soldi.Tel. 0321 231636 Io sono stata colpita a morte e continuo ad esserlo sempre dall’altro nemico numero 2 che è il bisness farmaceutico che per lo stesso motivo e cioè i soldi favoriscono l’insorgere del cancro per vendere chemioterapici e cortinoni alla gente malata come me pur sapendo che non guariscono , anzi aiutano a morire e far insorgere ulteriori cancri. Scusate il mio sfogo e la mia rabbia ma di questo sistema non se ne può veramente più. Fate qualcosa ne ho bisogno come orgoglio di Siciliana come essere umano. Troviamo il sistema per andare da Santoro e cosi tutta l’Italia e anche il mondo conoscerà le nefandezze : Sono solidale con voi e confido nella vostra forza di lottare e portare a conoscenza il tutto e anche di più. Saluti e grazie. Novara,13.02.2011


    Lascia un commento