La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Regione: cinque comuni dell’ennese multati per non aver speso per intero le somme destinate alla democrazia partecipata. Ad Agira il record della multa: 0,01 euro.

    Pubblicato il Febbraio 10th, 2017 Max Nessun commento

    Costa caro a cinque Comuni dell’ennese non aver ottemperato in tempo all’indirizzo della Regione di destinare una parte dell’importo annuale assegnato a forme di democrazia partecipata. L’elenco di tutti e venti i comuni dell’ennese è stato pubblicato nella gazzetta ufficiale della Regione venerdì 10 febbraio.

    Le amministrazioni comunali cadute sotto la scure del censore finanziario, come detto, sono cinque. Si tratta precisamente di Aidone che dovrà sopportare una sanzione di 2.558,55 euro, Pietraperzia 4.741,53 euro, Valguarnera 1.910,47 euro e Catenanuova ben 34.949,79. Quest’ultimo è il Comune che si è visto applicare la sanzione più pesante considerato che non ha utilizzato neppure un centesimo per sostenere le forme di democrazia partecipata previste dalla Regione. Il quinto ed ultimo Comune sanzionato è Agira che si ritrova sul groppone una multa pesantissima, 0,01 euro. Sicuramente si tratta di uno sbaglio contabile considerato che la Regione aveva comunicato di destinare per le forme di democrazia partecipata 18.678,01 euro e invece il sindaco Maria Greco insieme al consiglio comunale ne ha speso solo 18.678 euro. Di certo non è una multa che ha fatto perdere il sonno agli amministratori agirini né che ha fatto temere di cadere in dissesto. In ogni caso la percentuale da destinare era minima, intorno al 2 per cento, ma andava spesa come da indicazione normativa. Chi non lo ha fatto ha dovuto pagare una sanzione uguale alla somma non utilizzata per tale finalità.

    Lascia un commento