La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Ragonese minaccia gli utenti

    Pubblicato il dicembre 3rd, 2007 Max 8 commenti

    di Assoutenti prov.le
    L’intervista apparsa sul Giornale di Sicilia di oggi del Presidente dell’ATO rifiuti, Ragonese, rivela L’ARROGANZA DEL SISTEMA POLITICO ENNESE CHE MORTIFICA CITTADINI E LAVORATORI.
    Rivela il non rispetto per la magistratura amministrativa e non solo, e per i cittadini, i cui diritti vengono quotidianamente calpestati, senza diritto nemmeno di ribellarsi.
    Ecco l’arroganza di questo sistema politico ennese , che ha causato un disastro economico chiamato ATO rifiuti, e parla dei debiti, come crediti vantati , senza chiedersi se i crediti hanno fondamento su un titolo legittimo.
    Un sistema che ha tentato di calpestare i diritti dei cittadini, beffandoli con violazioni di legge, aumenti abnormi e peggioramento del servizio. Questo sistema politico che vive dell’illusione ingenerata in tanti giovani e padri di famiglia , maltrattai e mal pagati e costretti al precariato, mortificando la loro dignità del lavoro il diritto al lavoro, diritto fondamentale si cui si fonda la nostra Repubblica , che ad Enna


    sembra essere stralciato dalla Costituzione.
    Le dichiarazioni del Presidente Ragonese sono la chiara dimostrazione di questa arroganza , che piuttosto che attendere con “religioso silenzio” e rispetto, le determinazioni del TAR, con arroganza lancia l’ultima sfida ai cittadini:
    l’invio delle cartelle esattoriali. Perché Presidente Ragonese tutto in Italia è possibile, anche se sono state violate ben dieci leggi, anche se migliaia di sentenze della commissione tributaria annullano le vostre fatture, anche se il Consiglio di giustizia amministrativa , organo superiore del TAR, ha sospeso tutti i provvedimenti da voi posti in essere, sempre con l’arroganza, che vi è propria, siete convinti di vincere al TAR.
    Ci chiediamo, come cittadini, quale effetto vuole sortire? Vuole esercitare pressioni su qualcuno?
    Vuole esercitare una pressione psicologica sui cittadini, per rinunciare alla tutela dei propri diritti?
    Per concludere presidente Ragonese, non si dimentichi, che prima di essere Presidente dell’ATO, è Sindaco, e i Sindaci hanno delle precise e chiare responsabilità verso i propri cittadini, che l’hanno votata, non per difendere a tutti i costi un sistema, ma per tutelare i loro interessi. E questo dovere di tutelare gli interessi dei cittadini e non il sistema, vale per tutti i Sindaci.

     

    8 responses to “Ragonese minaccia gli utenti” Icona RSS

    • ASSOUTENTIPIETRAPERZIA

      La vera vergogna della Provincia di Enna si chiama ATORIFIUTI E ATOIDRICO Enti inutili.

    • Ma cosa dici ma? Sono molto utili: a fare clientele e euro a palate sulle spalle dei cittadini. Il colmo, poi, che questi “privilegiati” gli devono dare i voti alle prossime elezioni provinciali e comunali, ove quest’ultimi si tengono

    • Mi dispiace che qualcuno mi vorrebbe già cremato. Lo sarò ma spero il più tardi possibile, per avere almeno ancora il tempo di dire liberamente pure le mie idiozie!. Per derimere qualche dubbio, non ho altri pseudonimi e non ne avrò nenche in futuro. Mi sento Nonno per motivi naturali. . . .e LIBERO PER SCELTA DI VITA.

    • Ma no caro Nonno Libero, si diceva così…tanto per scherzare….Dica pure LIBERAMENTE le SUE idiozie, così come noi diciamo le NOSTRE.

    • …e col tuo spirito!

    • Amen

    • La discussione è finita…..ANDATE IN PACE!!!!!

    • Nonno libero santo subito!


    Lascia un commento