La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Presidenza della Regione, è scattata la bagarre delle candidature

    Pubblicato il Febbraio 26th, 2017 Max Nessun commento

    Palermo: palazzo d’Orleans

    Paolo Di Marco

    La rincorsa alle candidature per il voto regionale di ottobre è già partita. Negli schieramenti che si stanno costituendo la tensione è altissima e gli scontri cominciano a farsi incandescenti.

    E’ il caso del presidente della Regione uscente Rosario Crocetta che ha inviato nel fine settimana due note all’assessore all’Economia Alessardo Baccei su precari e disabilità dove si leggono prese di posizione che vanno a scontrarsi con esponenti dell’area Renzi del Pd. Per farla breve è stato un fine settimana che ha continuato a segnare lo scontro Rosario Crocetta-Davide Faraone. Cosa centra Baccei? E’ l’assessore di punta di Faraone. Quindi uno scontro tutto giocato in casa del Pd dove ancora altri possibili candidati non hanno alzato la testa ma dopo il superamento a Roma della questione scissione si-scissione-no è più che probabile che salteranno fuori per partecipare alle primarie. Il centrodestra pare invece che abbia già superato questa fase con la riunione del comitato promotore per le primarie che si è tenuto nei giorni scorsi all’Ars. Hanno partecipato i rappresentanti di #Diventeràbellissima, Indipendentisti, Movimento nazionale, Forza Italia, Pid-cantiere popolare, Noi con Salvini. Le primarie avranno luogo domenica 23 aprile e le candidature, corredate da almeno 7.500 firme dovranno essere presentate entro lunedì 27 marzo. E’ stato garantito che ogni comune siciliano disporrà almeno di un seggio. I nomi. Il primo, e già ufficiale, che parteciperà alle primarie di centrodestra è quello di Nello Musumeci. Ma girano anche i nomi del professor Giovanni Pitruzzella e di due ex assessori regionali, Gaetano Armao e Giovanni La Via. Ma a sorpresa un nutrito gruppo di esponenti del centrodestra starebbe lavorando su una candidatura del noto avvocato penalista Giulia Bongiorno. C’è poi da valutare la possibile candidatura di Roberto Lagalla ex assessore regionale alla Sanità ed ex rettore dell’università di Palermo che si sta muovendo in piena autonomia. Capitolo M5S accreditato dal tam tam preelettorale di essere fra i soggetti politici più accreditati per la vittoria finale. Radio Fante punta sul nome di Giancarlo Cancelleri già candidato alla presidenza della Regione nella passata tornata elettorale. Ma dentro il movimento pentastellato assicurano che nessuna decisione è stata presa, tanto è vero che ancora oggi il vertice nazionale non ha neppure stabilito i criteri per la designazione delle candidature. Di certo la scelta passerà dal web.

    Lascia un commento