La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • “Più lettura più cultura”

    Pubblicato il aprile 10th, 2009 Max Nessun commento

    prime orme di un viaggio
    Creative Commons License photo credit: ♥serendipity

    di Pierelisa Rizzo
    Imparare a leggere, ad ascoltare, a gustare il piacere del libro, avvicinandosi all’’affascinante mondo della lettura. Il percorso che il Comune di Enna sta sostenendo si muove proprio su questa linea. 

    Più Lettura più Cultura questo il titolo del progetto promosso dal 2° Circolo Santa Chiara all’’interno del quale trova spazio anche “La Festa del Libro” fissata il 23 aprile in concomitanza con la ricorrenza internazionale fissata dall’Unesco. “Il vizio di leggere è meglio prenderlo a scuola” questo il motto di Fenisia Mirabella, insegnante del 2° Circolo Santa Chiara e coordinatrice del progetto che assomma anni di impegno della scuola Santa Chiara nel campo della promozione della cultura, del libro e della lettura. La manifestazione che ha la durata di una settimana, inizia il 20 aprile prossimo e si conclude il 28, coinvolge oltre che il Comune con la Casa di Giufà e la Biblioteca,  la Provincia, l’Università, l’Associazione Librai Ennesi, autori, esperti di musica e teatro, le scuole materne, elementari e medie del territorio, le case editrici, l’Avo, l’Aism  e l’Unesco. L’evento, che si svolge prevalentemente alla Galleria Civica, si snoda in giornate dedicate alla lettura, la mostra mercato del libro, incontri con autori.


    L’incontro con il libro molti allievi lo sperimentano da ottobre scorso con visite alla biblioteca comunale e lettura a colazione, visite al centro multimediale la Casa di Giufà, letture animate alla libreria Città Aperta e pomeriggi in libreria con i genitori.  Ma la vera chicca del progetto è la creazione di un’aula, come luogo destinato alla lettura in una location idonea all’’ascolto. La classe che è stata allestita alla scuola Sant’Onofrio sarà inaugurata a maggio
    “Il progetto è una proposta per il territorio e per le scuole – dice l’assessore alla Cultura, Claudia Cozzo –  Offriamo alla città, ai giovani giovanissimi e adulti la possibilità di incontrare il libro come occasione di crescita sociale e culturale – dice l’assessore alla Cultura, Claudia Cozzo.
    “ Tra gli obiettivi educativi che ci siamo proposti – dice la Mirabella – c’è quello di motivare alla lettura come attività piacevole, libera e personale . Ma non solo, la lettura è un potenziamento della creatività espressiva, un’occasione di sviluppo dell’autonomia di giudizio e della capacità di senso critico che si realizza come momento trasversale a tutti gli ambiti disciplinari in quanto vengono coinvolti i processi cognitivi ed affettivo emotivi”.

    Lascia un commento