La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • “Per l’Agenzia delle Entrate la TIA non è un tributo”

    Pubblicato il ottobre 30th, 2008 Max 1 commento

    di Massimo Greco
    L’Agenzia delle Entrate con propria risoluzione del 17 giugno 2008 n. 250/E ha riaffermato la natura privatistica della TIA e, quindi, la sua assoggettabilità all’IVA. A questo punto urge una pronuncia della Corte Costituzionale sulla questione così come  avvenuto nei giorni scorsi per il canone di depurazione delle acque. L’incertezza sulla natura della tariffa d’igiene ambientale diffusa sia in dottrina che in giurisprudenza sta creando problemi a catena sull’intero sistema giuridico del prelievo in questione. E questo è un problema che rimane con o senza riforma degli AA.TT.OO. Nel prossimo ricorso che farò in Commissione Tributaria mi impegnerò a chiedere di sollevare la questione di costituzionalità della legge che disciplina la TIA. Solo così si potrà ottenere il verdetto del Giudice delle Leggi e porre fine a questo lungo e dispendioso contenzioso.

     

    1 responses to ““Per l’Agenzia delle Entrate la TIA non è un tributo”” Icona RSS

    • Non so come è stato impostato il ricorso però, in linea di principio una tariffa può essere assoggettata all’IVA, mentre una tassa o un tributo no, essendo già l’IVA un’imposta e come tale non può gravare su un’altra imposta o tassa o tributo che sia.


    Lascia un commento