La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Per il Giudice di Pace di Valguarnera la TIA non è un tassa

    Pubblicato il Maggio 21st, 2009 Max 2 commenti

    di Massimo Greco
    Continua il balletto in ordine alla natura giuridica della TIA. Il G.d.P. di Valguarnera nel dichiararsi competente per la trattazione di un ricorso avverso la cartella di pagamento parla di “necessario sinallagma contrattuale in base al quale la parte che eroga il servizio può pretendere il pagamento della somma richiesta“. Con questa sentenza il G.d.P. si discosta dall’orientamento maggioritario in materia ribadito sia dalle Commissioni tributarie ennesi che dal Consiglio di Giustizia Amministrativa.

     

    2 responses to “Per il Giudice di Pace di Valguarnera la TIA non è un tassa” Icona RSS

    • Il sinallagma contrattuale, detto anche nesso di reciprocità, si ha quando ogni parte assume l’obbligazione di eseguire una prestazione (di dare o di fare) in favore dell’altre parte.
      Nella fattispecie il servizio non l’hanno fatto affatto e quando l’hanno fatto e stato eseguito male; eppoi non è un contratto a prestazioni ove ognuno si sceglie liberamente il contraente, ma un’obbligo o meglio un’imposizione. Un’atto di prepotente espropriazione delle attribuzioni indelegabili che la legge po e fa gravare esclusivamente sui Consigli comunali, cui nessun altro organo può sostituirsi.
      sarebbe meglio che questo giudice lo “dimettessero” dall’incarico.

    • Esattamente egregio Sal..


    Lascia un commento