La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Pd, i primi nomi per la corsa alla segreteria provinciale

    Pubblicato il Aprile 5th, 2017 Max Nessun commento

    Si fa sempre più forte dentro il Pd la sensazione che questa sia la volta buona per ridare al partito gli organi democraticamente eletti.

    Dopo circa due anni di commissariamento ad opera del deputato nazionale Ernesto Carbone il 7 maggio prossimo il Pd ennese potrà avere un nuovo segretario provinciale. Secondo il cronoprogramma che la commissione si è imposto già da sabato scatterà la fase dei congressi dei circoli per arrivare al 7 maggio pronti per l’elezione del segretario. Individuato il percorso già si parla di alleanze per le candidature. I rumors dicono che le correnti Renzi, Dem e Orlando starebbero lavorando per una candidatura unitaria. E’ bene sottolineare che per l’area Renzi sarebbero interessati a questo percorso il deputato regionale Mario Alloro e l’ex sindaco di Enna Paolo Garofalo. Per i Dem Lorenzo Colaleo e per il gruppo Orlando Vladimiro Crisafulli. Invece tutta l’area vicina ad Angelo Argento contesta ancora. La candidatura unitaria dovrebbe uscire fuori dal una rosa che sarebbe stata già ben individuata: Vanadia di Leonforte, Vetriolo di Barrafranca e Arena di Valguarnera. Su questi tre nomi si continuerà a discutere fino alla scelta definitiva. E i renziani della prima ora che faranno? Prima di tutto va detto che il loro tesseramento sarebbe stato letterlmente falcidiato con la cancellazione di circa il 70 per cento delle tessere. Nel lunghissimo elenco figurerebbero lo stesso Argento, i sindaci di Nicosia e Leonforte, Bonelli e Sinatra, e Rosalinda Campanile consigliere comunale di Enna. Argento e i suoi avrebbero sottoscritto 1.100 adesioni ma di tessere regolari ce ne sarebbero circa 400, contro le 3.000 degli altri. E’ bene sottolineare però che fra quest’ultime, e quindi fra quelle valide, ci sarebbero almeno 300 adesioni che fanno capo al sindaco di Troina Fabio Venezia, vicino alla corrente Renzi di Argento. E proprio dal primo cittadino troinese potrebbe arrivare la novità, con una sua ridiscesa in campo. Lo stesso Venezia era uno dei due candidati, l’altro Pino Amore, quando le procedure del congresso vennero interrotte dalla nomina di Carbone a commissario. Quindi domenica 7 maggio potrebbe registrarsi uno scontro che per il momento fa pendere la bilancia per l’alleanza Renzi, Dem e Orlando, ma per la politica un mese è lunghissimo e può succedere di tutto.

    Lascia un commento