La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Pd: Fabio Venezia candidato alla Camera collegio uninominale

    Pubblicato il gennaio 28th, 2018 Max Nessun commento

    Fabio Venezia

    Ho accettato con serenità e umiltà di candidarmi per dare voce a un territorio molto spesso dimenticato dalla politica e per dare speranza ai tanti uomini liberi che credono nella buona politica.

    L’entusiasmo nell’accogliere la notizia e la straordinaria mobilitazione di tanti cittadini e, soprattutto, di moltissimi giovani del territorio, mi ha molto commosso”. Con queste parole Fabio Venezia, sindaco di Troina, ha commentato l’ufficializzazione, giunta poche ore fa dal Nazareno, della sua candidatura alla Camera dei Deputati, nel collegio uninominale di Enna, per le prossime elezioni politiche del 4 marzo. Una designazione attesa e a lungo caldeggiata, ampiamente sostenuta dalla società civile, dall’associazionismo e dall’elettorato giovanile che, per gli obiettivi e i risultati conseguiti dal primo cittadino nella sua ormai quinquennale attività amministrativa, unanimemente apprezzata, raccoglie diversi consensi, anche trasversali. Trentasei anni, laurea in Lettere Moderne e in Filologia Moderna, cultore di Storia Moderna al Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università degli Studi di Catania, studioso di tematiche socio – religiose e culturali, con numerose pubblicazioni al suo attivo, Fabio Venezia è sindaco di Troina dal 2013. Da sempre simpatizzante delle forze di centro-sinistra, consigliere comunale per due legislature, nel 2003 e nel 2008, è stato prima coordinatore del comitato promotore del Pd di Troina, di cui è poi diventato segretario cittadino, nonché componente della direzione e dell’esecutivo provinciale e dell’assemblea nazionale del Partito. Dal 2014, per le sue battaglie contro la mafia e a seguito delle minacce e delle intimidazioni ricevute da parte della criminalità organizzata, vive sotto scorta. Per il suo impegno amministrativo e per le tante iniziative intraprese sul fronte della legalità, è stato insignito del XXIII° premio “Rocco Chinnici” (2014), del XXII° premio internazionale “Rosario Livatino – Antonio Saetta – Gaetano Costa” (2016), del riconoscimento “Paul Harris Fellow”, da parte della Fondazione Rotary International (2016), e del “Riconoscimento Italia”, da parte della Fondazione Internazionale Foedus di Roma (2016). Sempre nel 2016, gli è inoltre stato conferito a Roma, alla Camera dei Deputati, il premio nazionale “Angelo Vassallo” e il premio “Obiettivo Legalità 2016”. Infine, lo scorso anno, ha ricevuto, sempre nella capitale, il premio internazionale al merito sociale “Arti e Mestieri”.

    Lascia un commento