La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Pasquasia, Italkali potrebbe riattivarla

    Pubblicato il agosto 12th, 2009 Max Nessun commento

    (articolo del 25 febbraio 2009 apparso su “La Sicilia”)
    “L’incontro con l’assessore regionale Gianni con i tre presidenti della provincia di Enna, Caltanissetta e Agrigento assieme ad altri enti ha determinato risultati positivi inerenti la verifica dello stato di salute del sito di Pasquasia. Gli enti preposti eseguiranno un sopralluogo congiunto il prossimo 3 marzo sul sito minerario”.
    Questo è quanto riferito dal consigliere provinciale Giuseppe Regalbuto, presidente dalle commissione speciale del sito ennese. La commissione istituita alla fine del mandato, verso fine maggio, dovrà riferire al consiglio provinciale tramite un dossier il lavoro e lo studio inerente al sito di Pasquasia. Lo scorso 11 febbraio a Palermo si era svolta una riunione all’assessorato a cui hanno partecipato i tre presidenti della provincia di Enna, Caltanissetta e Agrigento. A rappresentare la provincia il presidente Pippo Monaco, il suo vice Lantieri e il presidente della commissione su Pasquasia, Giuseppe Regalbuto.
    “Il presidente Monaco ha preso a cuore il sito e la possibilità di sviluppo – continua Regalbuto – tanto che può essere un volano dal punto di vista occupazionale. I lavoro della commissione ha certamente contribuito affinchè l’assessorato regionale desse l’autorizzazione per un sopralluogo nel sito “. Sembra che una relazione dell’Italkali rimarchi come l’estrazione di Sali potassici sia possibile per diversi decenni e con possibili proventi di un certo riguardo ma tutto è condizionato alla riapertura del sito, sicuramente se dovrà produrre, con spese consistenti per la riattivazione del sito.
    “Esiste il treno per i finanziamenti europei – ha sollecitato più volte l’assessore regionale all’Industria Pippo Gianni – e il coinvolgimento delle province è significativo visto che i progetti devono partire dagli enti locali. Un lavoro in sinergia darà sicuramente produttività e sviluppo”. Per il sopralluogo inerente la verifica dello stato di consistenza della miniera prenderanno parte il prossimo 3 marzo i responsabili dell’assessorato all’Industria, del distretto minierario di Caltanissetta, dei siti minerari l’ente minerario di liquidazione e i tre presidenti della provincia.

    RENATO PINNISI

    Lascia un commento