La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Partite pregresse ancora in bolletta. Assoconsumatori: “Non ci saranno nei prossimi sei mesi”

    Pubblicato il marzo 22nd, 2017 Max Nessun commento

    Come era prevedibile la fatturazione AcquaEnna di marzo contempla ancora la voce partite pregresse –conguagli 2005/2010. L’ATI ha sospeso, con verbale approvato il 14 marzo 2017, immediatamente esecutivo, quando già l’azienda aveva predisposto la fatturazione del bimestre.

    “Tutto ciò – dice Pippo Bruno di Assoconsumatori – non deve allarmare gli utenti, visto che si tratta di un fatto puramente contingente. Il perseverare in una bollettazione illegittima ormai conclamata dalle diverse sentenze, per altro esecutive, dei Giudici di Pace e soprattutto nel disattendere una disposizione dell’ATI, organismo di controllo del suo operato, così come da statuto, porrebbe il gestore in una posizione di violazione di dispositivo dell’organo di controllo in contrapposizione degli obblighi di cui alla convenzione sottoscritta. Pertanto, essendo un fatto puramente contingente, possiamo tranquillamente ipotizzare che per la prossima bollettazione AcquaEnna non inserirà le partite pregresse per i prossimi sei mesi o forse più. Ciò in attesa di accertare l’illegittimità dei pagamenti delle partite pregresse a carico dei cittadini che ricordiamo hanno stipulato con i precedenti gestori (Comuni, EAS, Consorzi) contratti di servizio a corrispettivo, vale a dire il cittadino paga una tariffa in base al consumo di acqua effettuato”. Bruno sottolinea ancora una volta che “le partite pregresse non rientrano nei consumi. Allora i cittadini possono tranquillamente scorporare l’importo delle partite pregresse, attraverso la compilazione di un bollettino postale dopo aver sottratto le partite pregresse e la relativa IVA. Il gestore , rispettando gli obblighi scaturenti dalla convenzione e, soprattutto, rispettando la volontà dell’ATI e per essi dei Comuni rappresentati dai sindaci, in ossequio alla volontà popolare dei cittadini della provincia di Enna, non fattureranno più la voce partite pregresse”.

    Lascia un commento