La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Parere contrario della Corte dei Conti sull’assorbimento del personale reclutato dalle società in house

    Pubblicato il Febbraio 13th, 2012 Max 1 commento

    di Libero
    Brutte notizie per gli operatori della società “Sicilia-Ambiente” che da tempo ambiscono ad essere assorbiti dalla società d’ambito “Enna-Euno” chiamata, in regime emergenziale, a gestire il servizio integrato dei rifiuti in porvincia di Enna. Per la Corte dei Conti (sez. riunite in sede di controllo, 3/2/2012 n. 4), l’ente locale, in caso di reinternalizzazione di servizi precedentemente affidati a soggetti esterni, non può derogare alle norme introdotte dal legislatore statale in materia di contenimento della spesa per il personale, trattandosi di disposizioni, di natura cogente, che rispondono a imprescindibili esigenze di riequilibrio della finanza pubblica per ragioni di coordinamento finanziario, connesse ad obiettivi nazionali ancorati al rispetto di rigidi obblighi comunitari.

    In caso di trasferimento all’ente locale di personale assunto direttamente dalla società affidataria di servizi, non si può derogare al principio costituzionale del pubblico concorso di cui è espressione anche l’art. 35 del d.lgs n. 165/2001; procedura, questa, non fungibile con sistemi selettivi limitati ai soli soggetti stabilizzandi e solo in parte idonei ad offrire le migliori garanzie di selezione dei più capaci in funzione dell’efficienza della stessa pubblica amministrazione.
    La disciplina di salvaguardia posta dagli artt. 31 del d.lgs. n. 165/2001 e 2112 cod. civ. non può trovare applicazione, a pena di violazione del principio sancito dall’art. 97, c. 3, della Costituzione, nei confronti del personale assunto direttamente dalla società a totale partecipazione pubblica locale senza il ricorso alle procedure aperte di selezione pubblica.

     

    1 responses to “Parere contrario della Corte dei Conti sull’assorbimento del personale reclutato dalle società in house” Icona RSS

    • Eugenio Pirozzi

      Corte di Giustizia delle Comunità europee (Quarta Sezione), 10 aprile 2008

      C-393/06, Ing. Aigner – Fernwärme Wien GmbH

      Bo hanno preso in considerazione questa sentenza???


    Lascia un commento