La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Niente crisi per chi costruisce armi

    Pubblicato il febbraio 4th, 2017 Max Nessun commento

    La comunità mondiale piange una decennale crisi che continua a mortificare tutte le economie. La mannaia però non sembra essere caduta su tutti e alcuni settori non sarebbero stati toccati, anzi qualcuno avrebbe perfino migliorato considerevolmente i profitti.

    Questo è il caso delle industrie che producono armamenti e che non conoscono il significato del termine crisi. Il settore oggi deve invece fare i conti con un eccesso di domanda. Per esempio la Kalashnikov, azienda russa nota per la produzione dell’AK-47, intende aumentare il numero del personale di oltre il 30%. L’organico attuale conta 5.500 unità e dovrebbe arrivare a circa 7.200 . Non a caso la sede centrale intende assumere nel 2017 ben 1.700 nuove unità. L’aumento delle commesse c’è stato con un crescente numero di ordini. E’ chiaro che sono commesse provenienti in gran parte dall’estero per soddisfare conflitti che si moltiplicano di giorno in giorno. Stessi aumenti di ordini anche in direzione degli Stati uniti d’America. Insomma la domanda per armamenti è in aumento costante e sembra proprio che fare la guerra si conferma come l’interesse principale di chi risiede nel pianeta.

    Lascia un commento