La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Michele Macaluso precisa e chiude la polemica con l’Udc

    Pubblicato il ottobre 14th, 2017 Max Nessun commento

    Michele Macaluso Udc

    A proposito della fantomatica “rimozione” di cui all’articolo pubblicato su LA SICILIA – Cronaca di Enna del 13/10/2017.

    Dopo la comunicazione inviatami dal Sen. De Poli per il tramite del Direttore di Vivienna su WhatsApp (chissà perché, poi, non effettuata con lo stesso mezzo a me direttamente), posso testimoniare che ho controllato la mia posta elettronica, che non uso spesso, e che in effetti, in data 10/10/2017 ho ricevuto una email visualizzata in data 12/10/2017 alle ore 16,20 e contenente una lettera del Segretario On. Cesa datata 09/10/2017 con la quale mi si comunicava che ai sensi dell’art.20 dello Statuto essendo trascorsi 3 mesi dalla nomina (7 aprile 2017) ero da ritenermi decaduto e non “rimosso”, termine che, ovviamente, nella lingua italiana assume un altro significato rispetto a quello della decadenza..
    Non capisco perché ancora oggi mi si voglia impedire di parlare come ex commissario dell’UDC dal momento che la mia ultima dichiarazione ufficiale risale a giorno 5 ott. 2017 e la lettera è datata 9 Ott. 2017 e pervenuta per e-mail qualche giorno dopo !.

    Comunque grazie per avermi avvertito, anche se il numero del mio telefono era nella rubrica del sen. De Poli, bastava una sua gradita telefonata, come ha fatto altre volte per convocarmi, e non c’era bisogno di fare “molto rumore per nulla ! (Shakespeare)”.

    Dalla lettura della missiva dell’On. Cesa (qui di seguito e in calce riportata) si capisce che non potevo rilasciare dichiarazioni alla stampa perchè decaduto ai sensi dell’art.20 dello Statuto, che testualmente si riporta qui di seguito :

    Art.20

    (Gestione commissariali)

    In caso di scioglimento degli organi del Partito, la durata della gestione commissariale non può eccedere i 3 mesi e può essere rinnovata una sola volta per gravi e provate ragioni.

    Omissis………..

    Trascorso il termine di cui al 1° comma, il commissario decade automaticamente. Gli atti posti in essere successivamente sono nulli.

    Omissis………

    Avevano dimenticato tutti quanti questa scadenza prevista dallo Statuto, la cosa più grave è che l’aveva dimenticata il Presidente del Partito, visto che giorno 14 settembre 2017, data abbondantemente oltre la scadenza prevista del 7 Luglio 2017, mi convocava a Palermo con un msg inviato tramite WhatsApp (quando vuole usa una tecnologia più moderna) con il seguente testo :
    ” Caro Michele domani ti aspetto in sede UDC a Palermo via Danimarca 54 ore 12 per le liste e la modulistica . Ciao Antonio De Poli”.

    Per quanto riguarda l’uso dell’elicottero da parte del Sen. De Poli, piuttosto che usarlo per il recapito della posta, uso poco consueto e costoso, gli consiglio di usarlo per “volare più in alto !”.

    E con questa ultima replica, lascio alla intelligenza dei lettori le conclusioni, pensando di aver scritto la parola FINE a una sterile e stucchevole “telenovena” indirizzata a chi cerca lo scontro sul piano personale con il sottoscritto.

    Purtroppo resteranno delusi e a bocca asciutta, perché questo livello della discussione né mi appassiona, né mi interessa.

    Michele Macaluso

    (lettera dell’On. Cesa)

    Caro Michele,

    a seguito delle ultime dichiarazioni e notizie emerse dagli organi di stampa e ai sensi dell’Art. 20 dello Statuto Ti comunico che l’incarico di Commissario Provinciale di Enna, essendo trascorsi ormai oltre 3 mesi dalla nomina (7 Aprile 2017), è da ritenersi decaduto. Tale ruolo sarà assunto dall’attuale Commissario Regionale della Sicilia, Sen. Antonio De Poli.

    Ti invito pertanto ad astenerTi dal compiere qualsivoglia atto e/o dichiarazione in nome e per conto dell’UDC.

    Cordiali saluti.

    On. Lorenzo Cesa

    Roma, 9 ottobre 2017

    Lascia un commento