La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Massimo Greco dichiara guerra ad A.N.

    Pubblicato il marzo 15th, 2008 Max 20 commenti

    di Massimo Greco
    “Nell’attuale sistema politico, la selezione dei candidati (e futuri eletti) alle cariche politiche è affidata esclusivamente agli organi di partito, con notevole alterazione dei principi a fondamento del suffragio universale consacrati nell’art. 48 della Costituzione. La democrazia interna nei partiti, nei sistemi elettorali a prevalente contenuto maggioritario, è divenuta quindi indispensabile per ristabilire l’effettività della sovranità popolare. In assenza di un’organica disciplina legislativa del problema, attuativa dell’art. 49 Cost. il rimedio comunemente ritenuto esperibile, in caso di violazioni in materia, è quello ordinario dell’art. 700 c.p.c., mediante l’inibitoria, richiesta al giudice dagli interessati (candidati od esponenti del partito ingiustamente pretermessi, oppure semplici elettori), della presentazione delle liste o di candidati, in violazione delle norme statutarie, anche con richiesta di eventuale sospensione e rinvio della consultazione elettorale od esclusione della lista interessata. Inoltre, tenuto conto che i partiti ricevono prevalentemente finanziamenti statali, svolgono compiti pubblicistici e sono comunque già oggi per lo più tenuti, dalle rispettive norme (per ora solo) interne, a seguire procedimenti di tipo amministrativo, è ipotizzabile l’eperibilità della tutela cautelare dinanzi i Tribunali amministrativi regionali.-

    Ciò premesso ed accertato che il Segretario Regionale di Alleanza Nazionale On. Pippo Scalìa ha autonomamente deciso i nominativi sia per le candidatura nelle liste nazionali che in quelle regionali in palese violazione dell’art. 39 dello Statuto di Alleanza Nazionale che al 2° comma così recita: << Il Coordinamento regionale propone inoltre alla Direzione Nazionale i candidati per le elezioni regionali, nazionali ed europee >>, ed evidenziato che l’interesse prevalente avrebbe dovuto essere sempre quello del rispetto sostanziale ed effettivo del principio democratico, quindi, oportet ut scandala eveniant, ricorrerò, contestualmente, al Giudice Ordinario di Enna e di Palermo e al TAR di Catania e Palermo per far valere i miei interessi di candidato estromesso dalla lista del PDL di Enna e le mie ragioni in quanto componente del Coordinamento regionale chiedendo la sospensione e l’esclusione dei candidati di A.N. in seno alle liste del PDL sia nella competizione nazionale che in quella regionale”.

     

    20 responses to “Massimo Greco dichiara guerra ad A.N.” Icona RSS

    • Una Assemblea Costituente per il Popolo della Libertà in Provincia di Enna. Questa è la mia idea.
      continua

    • Sei sempre in tempo… LA DESTRA è il tuo popolo!

    • Bravo Max!!SEI UN GRANDE!Prima o poi da TE me lo sarei aspettato un azione del GENERE!Un TERREMOTO doveva pur esserci.
      Sono d’accordo con CARMELO “LA DESTRA” ti ATTENDE.
      Quando ci sarà la prima manifestazione per la presentazione dei candidati a ENNA vieni,anke per sentire le NOSTRE IDEE!Ascoltare, come TU ben sai, è un GRANDE DONO!
      A presto tra NOI!
      Complimenti sempre per il tuo coraggio!
      La FORZA DELLE IDEE E DELLE AZIONI!

    • la destra puo’attendere in eterno e invano massimo ,perche lui e’ sempre stato convinto ed ha convinto anche altri che le battaglie si fanno dall’interno,almeno le battaglie politiche, per quelle personali forse…sara’ cosi’, forse.
      Che la destra vuole forse affermarsi come il partito degli scontenti???

      forza Massimo forza e onore

    • Bravo Mike… Tu che sei cosi carismatico… Credi che Massimo sia tra i contenti o tra gli scontenti?

    • Per Mike!
      La DESTRA non è il Partito degli SCONTENTI ma di quelli ke rivogliono la DESTRA del GRANDE ALMIRANTE!E poi le battaglie dentro il partito dove si fanno, ke AN non c’è più?Il GRANDE MAX ha fatto bene a scatenare l’INFERNO!An ad ENNA è stato sempre un bacino di voti per poi non avere niente neanke un comizio di FINI!

    • Caro Dario, credo che nessuno abbia mai minacciato Massimo per farlo restare contro la sua volontà dentro An… se è rimasto è perche crede in quello che fà, e non gli importa se lavora insoddisfatto per le opportunità mancate, ma credo che sia soddisfatto dalla consapevolezza di poter dare speranza e forza ai tanti che credono in AN e in Lui che degnamente la rappresentata.

      Per Gabry, credi forse che Almirante sarebbe soddisfatto o cambierebbe la sua designazione fatta un tempo in favore di Fini?

    • http://www.ladestra.info/?p=18413#more-18413

      Leggete cosa ne pensa Buttafuoco!

    • La vicenda avvalora la teoria, sempre valida, della “legge ferrea dell’oligarchia”, di cui fino a qualche giorno fa ritenevi di far parte..
      Auguri

    • “La Destra – dichiara Nino Cammarata, dirigente nazionale dei giovani del movimento del sen. Storace e dell’on. Musumeci – avendo appreso, dopo l’ennesima esclusione di esponenti di AN appartenenti alla federazione ennese, dalla competizione per il rinnovamento del parlamento nazionale, anche dell’ennesima mortificazione subita dagli stessi, a causa dell’esclusione dalla lista provinciale del PDL per l’elezione dell’Assemblea Regionale, esprime sincera solidarietà ai militanti e dirigenti mortificati e disorientati dall’ennesima scelta di vertice, che li ha resi orfani di una identità storica, politica e culturale.
      La messa in liquidazione della fu alleanza nazionale – continua Cammarata – con una scelta unilaterale, ha fatto sì che nel panorama politico nazionale e soprattutto provinciale, l’unico riferimento ad una destra di valori, di coraggio che guarda al futuro è il movimento che vede canditata premier l’on. Daniela Santanchè e un giovane, Ruggero Razza alla presidenza della Regione.”

      http://www.sicambia.it
      http://www.ruggerorazza.it
      http://www.gioventuennese.blogspot.it

    • Io ritenevo di far parte di un’oligarchia? Non mi risulta….

    • Azione giusta ma ora si deve andare avanti, considerata la grande spinta della base che c’è sei un grande catalizzatore di adesione e punto di riferimemto di molte categorie presenti sul territorio che credono nel tuo progetto e nel tuo modo di fare politica. La richiesta che penso ara ti chiedano tutti e di non perdre di vista iol progetto del Popolo delle Libertà, che non può essere messo in discussione da uomini che come Scalia svende la federazione di enna.

    • la parola d’ordine “SCATENARE L’INFERNO”

    • Ma cosa ci si può aspettare dal PDL? L’unica cosa che ha di vero è il trucco di Berlusconi…
      Un contenitore senza contenuti, un’associazione di vecchi poltronari…
      Ma cosa dovrebbe cambiare? Si sta cercando di americanizzare la politica attraverso un bipartitismo simmetrico, anomalo e pericoloso.
      L’Italia non è l’America, l’Italia è l’Italia.
      Noi non rinneghiamo le nostre idee, noi non ci limitiamo a combattere i cancri della società con la retorica utilizzata da chi alimenta gli stessi sistemi, da chi metastatizza i mali della nostra terra.
      Noi vogliamo dare ai nostri figli un futuro migliore e no sfruttare un presente accollando a chi verrà… a chi subirà le le vostre colpe. Le colpe di chi sceglie la carriera politica e non la politica come servizio per la colletività; nei vostri partiti seguite le correnti e fata a gara nel mettervela nel deretano. Voi fate le Alleanze per la libertà… di cosa non si sa.
      NOI NON SIAMO QUESTO

      Noi siamo La Destra, Noi voteremo RUGGERO RAZZA alla Regione e la Santanchè. Noi crediamo!

      http://www.sicambia.it

    • con la santanchè e razza a guidare governo e regione si che cambierebbero le cose!! ma ddaii!! ci credete davvero?!! ahahah

    • cmq richiedo al moderatore del blog di cancellare tutti i messaggi che non attengono ai temi trattati. non è possibile che ogni post sia occasione di propaganda semipolitica di infimo livello. se si parla di cucina, propaganda per “la destra” che cucina meglio, se si parla di sport propaganda per “la destra” che corre più veloce, se si parla di un progetto “le destra” è meglio.. Per favore moderate la vostra voglia di proselitismo e attenentevi ai temi, ci avete rotto i coglioni.

    • sei troppo fine…

    • Anche in un Blog come il nostro in cui l’informazione è libera per antonomasia bisognerebbe partecipare con buon senso.
      Nella qualità di custode della comunità virtuale confido in tutti voi, sicuro di non dover ricorrere a censure.
      Grazie.

    • Boia chi molla!!!

    • L’IMBARAZZO DELLA SCELTA

      Certo che mai come questa volta, il comune cittadino, chiamato a fare una scelta di voto alle prossime elezioni, si trovi nel grave imbarazzo di non sapere quale scelta fare.
      Nel mondo politico è avvenuto uno sconquasso di schemi all’interno dei partiti, di formazioni (alleanze), di ideologie, e sopratutto con una LEGGE ELETTORALE quanto mai assurda. Ma sorvoliamo sulla assurdità della legge che sperimentata la prima volta,(ha portato al governo Berlusconi) è stata reiterata la seconda volta (con questa stessa legge il governo Prodi ha vinto le elezioni).
      Ma non essendoci stato il tempo o la voglia per modificarla, pur avendo tentato di farlo in extremis, a governo caduto, ma solo allo scopo di guadagnare i fatidici due anni sei mesi e un giorno – per potere così assicurare la baby pensione a tanti onorevoli(?) – che forse non avranno più la possibilità di essere rieletti. E sono in tanti.
      Quando poi scorrendo le varie liste, PREPARATE LÌ PER LÌ COL SOLO SPIRITO DI ATTIRARE VOTI, e si leggono nomi di candidati veramente IMPRESENTABILI presenti in quasi tutti gli schieramenti l’imbarazzo degli elettori diventa in effetti grave e sovrumano (almeno per quelli che vorrebbero esprimere una preferenza libera e conforme alle sue idee politiche e di valori).
      Come si fa in questa disastrosa situazione andare a votare? (soltanto turandosi il naso!)
      Ma credetemi, non è una bella cosa.


    Lascia un commento