La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Martedì alla Sala Cerere Salvatore Presti presenta il suo ultimo lavoro

    Pubblicato il Mar 26th, 2017 Max Nessun commento

    Salvatore Presti

    Martedì 28 marzo alle 18 nella Sala Cerere presentazione della monografia “Enna – Castrogiovanni e i Chiaramonte – metamorfosi di un palazzo trecentesco” di Salvatore Presti.

    Un evento inserito nel programma della Festa del Libro e della Lettura. Con l’autore interverranno Maurizio Dipietro sindaco di Enna e Paolo Di Venti assessore alla P.I. Presenzieranno Fenisia Mirabella del Comitato organizzatore della Settimana del Libro e della Lettura; Nino Gagliano, presidente dell’Accademia Pergusea; Rocco Lombardo, presidente del Comitato della Società Dante Alighieri; Silvana Sutera, presidente della Fidapa. Relatori Salvatore Chiello, docente e scrittore, estensore della prefazione del libro; Rocco Lombardo, storico dell’arte e saggista, estensore della presentazione. Modera Antonio Ortoleva, giornalista e scrittore. Letture a cura del Gruppo Teatro Studio “Il Loggione”. Proiezioni di immagini a cura di Federico Emma. L’evento si avvale del patrocinio del Comune di Enna. L’ingresso è libero. Come detto Salvatore Chiello ha curato la prefazione del lavoro di Presti e fra l’altro scrive: “Il saggio di Salvatore Presti, centrato sulla presenza dei Chiaramonte e alla sorte nel tempo del loro magnifico palazzo, uno dei monumenti simbolo della città, rappresenta certamente un nuovo racconto della storia di Enna…” “Il nome dei Chiaramonte, o il semplice aggettivo chiaramontano, evoca subito nell’animo dei siciliani, anche di chi non frequenta libri di storia, la nobile e illustre famiglia che ha tenuto per più secoli la scena politica e civile dell’isola…” “Innumerevoli sono i palazzi e i castelli tutt’ora esistenti in Sicilia edificati dai Chiaramonte, e nel loro trecentesco palazzo ennese ci introduce Salvatore Presti…” Grazie al suo racconto ne percorriamo le sale e gli atri, le logge di una volta. L’edificio ha subito nel corso dei secoli sensibili trasformazioni, pur mantenendo immutata la sua importanza nella vita della città, la sua rilevanza monumentale e la suggestione che nasce dall’essere un tratto indelebile del paesaggio urbano di Enna…” Infine: “Il saggio ci fornisce un quadro unitario di un pezzo di Enna, della sua storia e del suo patrimonio artistico e monumentale”. Salvatore Presti nel tempo libero scrive articoli per quotidiani, periodici, siti web e collabora con testate giornalistiche on-line. Ha pubblicato, nel 2013, il suo primo volume “Enna, Il Filo della Memoria”. Nel 2014 ha ricevuto il premio “Ethos, arte – cultura – ricerca – riservato a scrittori ennesi e catanesi. E’ accademico Perguseo, socio della Società di Storia Patria della Sicilia Centro Meridionale e componente del Comitato ennese della Società Dante Alighieri.

    Lascia un commento