La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Mario Alloro Pd: in regola il tesseramento provinciale. Querele per due organi di stampa.

    Pubblicato il marzo 2nd, 2017 Max Nessun commento

    Mario Alloro

    “Sul tesseramento del Partito democratico della provincia di Enna non esiste alcun tipo di problema essendo stato validato dalla Commissione nazionale per il congresso che ha, semplicemente, stabilito una proroga per le iscrizioni, fino al 7 marzo prossimo”.

    A sostenerlo è il parlamentare regionale del Pd, Mario Alloro, in riferimento alle notizie diffuse in queste ore circa un possibile annullamento delle iscrizioni al partito per l’anno 2016. “Le notizie riportate da alcune testate giornalistiche sono assolutamente false e destituite di fondamento. A tal proposito ho già data mandato ai nostri legali di fiducia per procedere in sede penale” contro due organi di stampa uno nazionale e uno locale “per le falsità contenute nelle notizie pubblicate”. “Il dato del tesseramento per l’anno 2016 – aggiunge Alloro – è assolutamente fisiologico ed in linea con il dato degli anni precedenti, segno che, nonostante il commissariamento degli organismi provinciali, il partito ha mantenuto tutta la sua vitalità a livello locale e di questo fatto non posso che ringraziare i circoli democratici della nostra provincia”. Da anni le iscrizioni del Pd a livello provinciale sono intorno alle 4.000 tessere. “Grazie alla decisione della Commissione nazionale per il congresso – spiega Alloro – sarà possibile aderire al partito sino al 7 marzo, entrando a far parte dell’elettorato attivo del partito ma non di quello passivo, cioè si potrà votare ma non si potrà accedere a nessuna carica”. “Mi auguro – conclude l’esponente dei democratici ennesi – che questa campagna di stampa contro il Pd ed il suo appuntamento congressuale veda la fine nel più breve tempo possibile, dando modo così agli iscritti di confrontarsi serenamente sulle proposte in campo, giungendo al varo di una classe dirigente che riporti, finalmente, alla normalità la vita interna del partito”.

    Lascia un commento