La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • M5S Enna: il Torrente Torcicoda è inquinato! Scatta l’interrogazione

    Pubblicato il settembre 18th, 2018 Max Nessun commento

    Il gruppo del M5S a Sala d’Euno: Davide Solfato e Cinzia Amato

    Nota a cura del M5S di Enna – “Abbiamo presentato un’interrogazione a risposta scritta per far sì che l’Amministrazione comunale intervenga sul Torrente Torcicoda che, come pensavamo, è inquinato!” Lo affermano i due consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle, Cinzia Amato e Davide Solfato, che precisano: “Ad accettarlo è stata l’Arpa di Enna, cui avevamo inviato una nota lo scorso 19 luglio, a seguito delle numerosi segnalazioni di cittadini residenti nei pressi del torrente”.

    Avevo capito che qualcosa non andava”, racconta Solfato”, perchè una volta ricevute le segnalazioni, ho fatto personalmente dei sopralluoghi, verificando in effetti una situazione quasi drammatica dello stato delle acque, che presentano una strana schiuma bianca e chiazze d’olio visibili a occhio nudo, da cui proviene un odore nauseabondo”. 

    Da qui la decisione di interpellare le autorità competenti, Arpa e Carabinieri, per effettuare i dovuti controlli”, prosegue la Amato, “e da questi è emersa la presenza nelle acque del torrente di sostanze di diversa natura che superano i limiti previsti per legge, provenienti da scarichi fognari nonché da uno scarico di origine industriale di un’azienda ubicata nelle vicinanze, come si legge nella relazione che l’Arpa ha inviato al Sindaco di Enna il 31 agosto scorso”. 

    Poiché ambiente, salute e salvaguardia del territorio sono da sempre le nostre priorità -concludono i due portavoce- a questo punto, oltre alle competenti autorità che si stanno già occupando della situazione reputiamo quantomeno doveroso un intervento da parte del Sindaco, nella sua funzione di garante della salute dei cittadini. 

    Certamente, oltre ad eliminare immediatamente le fonti inquinanti per il torrente, andrebbe anche compiuta una bonifica delle sponde e delle aree adiacenti di pertinenza pubblica, mentre nel tratto compreso in area urbana andrebbe realizzata una sistemazione idraulica per evitare erosione e ostruzioni dell’alveo fluviale”.

     

    Lascia un commento