La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • L’Università Kore incontra gli studenti nelle scuole

    Pubblicato il marzo 10th, 2013 Max Nessun commento

    Studenti al Parco ProserpinaIMG_3825

    di Libero

    Molto intenso è il programma di Educazione Ambientale che l’Università di Enna Kore sta conducendo nelle scuole della nostra provincia, prendendo lo spunto dalla Riserva Naturale Speciale del Lago di Pergusa. L’attività didattica rientra nell’attività di ricerca sul Monitoraggio Ambientale del Lago di Pergusa che la Provincia Regionale di Enna, quale Ente gestore, affida all’Ateneo ennese.

    Diversi i temi trattati, dalla botanica all’acqua o agli insetti. “Il lago di Pergusa è un vero e proprio laboratorio, le cui esperienze possono essere trasferite al restante territorio, richiamando l’attenzione ad uno sviluppo di una cultura ambientale che interessi indistintamente tutte le età, nella consapevolezza che l’educazione ambientale non sia solo strumento utile alla cultura naturalistica, ma soprattutto un elemento chiave nella formazione delle coscienze dei cittadini nell’ottica di uno sviluppo sostenibile, che sempre più deve essere lo scenario futuro di riferimento per la vita dell’uomo. Inoltre, solo la capacità di sentire la natura come parte di sé è il vero presupposto per maturare una vera e propria affettività verso il proprio territorio.” dichiara la biologa della Kore Rosa Termine.

    Nell’ambito del suddetto programma, il progetto dal titolo “Il lago di Pergusa: flora da conoscere, rispettare e proteggere” è rivolto a tutte le prime classi della Scuola Secondaria di Primo Grado dell’Istituto Comprensivo “S. Chiara” (ex Pascoli) con la collaborazione degli insegnanti Stella Romano, Sandra Mingrino, Annamaria Di Bella, Maria Scillia e Lina Caltagirone. Tale progetto vuole condurre i ragazzi alla conoscenza della Risorsa Vegetale: dalla flora pergusina, con particolare attenzione alle piante aromatiche e medicinali, alla necessità della conservazione delle risorse genetiche, per contrastare la perdita di biodiversità, tramite le banche del germoplasma e gli orti botanici. L’alunna Comito Giuliana dichiara “Ciò che mi ha più colpito è stato conoscere che alcuni uomini illustri come Pitagora, Aristotele e Goethe consideravano le piante oltre che come esseri viventi, come esseri pensanti”; Antonio Croce dice di essere stato scosso dall’incendio che quest’estate ha devastato il Monte Altesina ed ha potuto comprendere l’importanza della tutela dei boschi; Roberta Caramanna dichiara che “Interessante è stata la visita guidata presso la R. N. S. Lago di Pergusa, sono sempre diversi gli argomenti che possiamo imparare andando sul posto per esempio comprendere le attività che vengono svolte nel vivaio forestale e l’importanza per la tutela della flora mediterranea”. Nelle prossime settimane gli alunni visiteranno il Campo del Germoplasma dell’Ulivo e il querceto presenti all’interno del Parco di Villa Zagaria di proprietà della Provincia Regionale di Enna.

     

    Lascia un commento