La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • “L’Ospedale di Leonforte non si tocca!!”

    Pubblicato il settembre 27th, 2007 Max Nessun commento

    di Franco Ferragosto
    Non possiamo e non vogliamo accettare che l’Ospedale Ferro-Branciforti-Capra, fiore all’occhiello di tutta la comunità comprendente i comuni di Leonforte, Assoro, Nissoria, Agira, Regalbuto, Catenanuova (un’utenza di circa 40.000 abitanti), venga ad essere privato di reparti che ad oggi riescono a soddisfare le richieste sempre crescenti del bacino di utenza pur nelle difficoltà di attrezzature in cui si trovano. Il nosocomio, secondo i parametri ufficiali dell’Assessorato alla Sanità della Regione Siciliana, è uno dei pochi ospedali siciliani ad avere un trend positivo si per quantità che per qualità dei servizi sanitari offerti. Nonostante ciò, è in corso da parte della Regione Siciliana un progetto di rimodulazione degli ospedali siciliani che vede coinvolto anche l’Ospedale di Leonforte, oltre che quelli di Nicosia e PiazzaArmerina, in questo piano parrebbe che i parametri tecnici emersi dall’andamento sanitario dei nosocomi non sarà il dato di paragone per le scelte definitive, ma come accade per tutte le questioni all’italiana i parametri di scelta di destinazione saranno esclusivamente quelli dettati dalla politica e dai manovratori della politica. A riprova di quanto detto è la nomina dei componenti della commissione tecnica regionale per la valutazione degli ospedali che vede la presenza: 1) Dott. Casale di Nicosia; 2) Dott. Roccella di Piazza Armerina. –

    Non vogliamo mettere in dubbio la professionalità e la capacità di analisi dei membri nominati, ma nasce spontaneo il dubbio che queste persone non siano completamente libere da spinte campanilistiche che indubbiamente potrebbero stimolare un’attenzione privilegiata verso gli ospedali dei comuni di origine. Riteniamo che la mancanza di un rappresentante leonfortese nell’ambito della commissione possa penalizzare le scelte che verranno effettuate a discapito del nostro Ospedale. Il nostro ospedale non solo non deve essere penalizzato ma, anzi, deve essere potenziato nelle strutture, nel personale e nei servizi! L’Ospedale Ferro-Branciforti-Capra da oltre tre secoli si offre alle necessità di quanti soffrono ed è sempre riuscito a dare una luce di speranza e di solidarietà con la professionalità e l’umanità degli addetti sanitari e perciò non permetteremo a nessuno di espropriarci di questo bene che fa parte integrante del nostro essere cittadini di questo circondario. E’ opportuno che la Regione Siciliana indirizzi le proprie scelte comportanti tagli alle spese sanitarie verso le strutture private e non verso gli ospedali pubblici, anche se ciò può toccare direttamente gli interessi anche di qualche grosso personaggio della politica siciliana. L’invito è rivolto, per una partecipazione di massa, a tutti i Sindaci dei Comuni viciniori in veste ufficiale, ai deputati regionali e nazionali, ai sindacati di categoria, al Tribunale per i Diritti del malato, al Clero, alle Scuole, alle associazioni presenti nel territorio, agli operatori sanitari, ed a tutti i cittadini per manifestare insieme il disappunto e per fare sentire forte la voce della protesta.

    Lascia un commento