La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • L’ennese

    Pubblicato il dicembre 2nd, 2008 Max 7 commenti

    Di Paolo Balsamo

    Non so chi l’abbia scritta ma gli stringo le mani virtualmente perchè è troppo forte:
    (io ho aggiunto le mie “ennesate” voi potrete aggiungere le vostre in commento)

    > Sei un ennese se…
    > Se il 2 luglio, in qualsiasi posto al mondo t
    trovi, decidi di festeggiare xkè è la festa della Madonna con un pacco
    di “americanelle” e ti stupisci ke le altre persone nn conoscano questa
    festività
    >
    > Se hai almeno una volta nella tua vita mangiato un
    calzone al Pigalle, un arancino da Pavone o un panino da Giovanni
    Patatina
    >
    > Se consideri gli abitanti di Calascibetta “sciurbisi” in
    senso stretto e racconti in giro la storiella ke una volta hanno
    sparato i fuochi d’artificio nel tendone x nn farli vedere agli ennesi
    >

    > Se “festiccio” “accollare” “mintirisi a pelliccia” fanno parte del tuo linguaggio
    quotidiano
    >
    >Se almeno una volta nella tua vita ti sei imboscato alla “Silvia” oppure o “cimiteru” oppure come uno che conosco io a “Cozzo Matrice”
    >
    >Se per andare a comprare le sigarette vai da “Signorelli” con la macchina anche se sai che la dovrai posteggiare in terza fila
    >
    >Se quando da giovane volevi farti maggiorarre il motorino andavi da Maddalena
    >
    > Se sei stato almeno una volta nella tua vita a fare un
    giro di pista a corsa al lago di Pergusa
    >
    > Se, una volta salito in
    carica il sindaco da te votato, cominci immediatamente a buttargli
    merda contro xkè la stradina della tua campagna è piena di buche
    >
    >
    Se la tua ambizione massima il sabato sera è andare a bere qualke birra
    davanti al Fico e sperare di beccare qualke “festiccio”
    >
    > Se sei
    convinto che “attenzionare” sia un verbo della lingua italiana e lo
    continui ad usare quando vuoi parlare un po’ più dotto del solito
    >
    >
    Se odi i “maunzisi” xkè qualkuno ti ha detto ke c’è una certa rivalità
    calcistica tra la Nissa e l’Enna Calcio, anke se di quest’ultima nn te
    ne frega proprio nulla
    >
    > Se almeno una volta nella vita hai sfottuto
    Angilu u masciu, Vittorio Comunista, Baddarò, Alialò, Giuvanna a pazz’ì
    Sant’Anna, Testa di ghiaccio, Pinu u Babbu, Tanu u patatu e scusate se nn vado avanti…
    >
    > Se per festeggiare la scampagnata a scuola te ne vai
    al parco ronza oppure alla pineta
    >
    > Se
    continui ad andare ai “festicci” organizzati in campagna da Tino, anke
    se nn hai la benchè minima idea di chi sia questa persona
    >
    > Se il
    venerdì santo vuoi essere per forza ad Enna e non lo fai per finalità
    religiose ma perkè sai ke in quel periodo tutti sono tornati al paese
    >
    > Se alle superiori nelle giornate di manifestazione te la “caliavi”
    e rimanevi a casa a dormire e te ne strafregavi del sit-in al municipio
    per protesta
    >
    >
    Se sai chi sono i:
    vasavalati, i sbintuliati, e chiddri do circulu dei nnobbili
    >
    > Se hai una casa in campagna e/o a Giardini Naxos,
    Cefalù o Marina di Ragusa e macari a Vaccarizzo!
    >
    > Se quando incontri fuori Enna una
    persona ke riconosci essere compaesano, vai subito a chiedegli con una
    cantilena allucinante “A chi si di Eeennaa?!”
    >
    > Se consideri ancora
    l’automobile e i vestiti una necessità e non un qualkosa x fare spakkio
    (si badi che questo è un pregio!)
    >
    > Se riesci a capire: i beddivì, i
    funnurisi, u pisciuttu, u scifitiddu, a chiazza (che è vicino u chian’ì
    popò), a ‘ncantina, u munticiddru, u chianu i prucini, a bbatieddra, a bbalata, ecc…
    >
    > Se, almeno una volta nella tua vita hai
    visto i Pooh al lago di Pergusa
    >
    > Se almeno una volta nella tua vita hai sentito:
    patatini pronti!!!
    >
    >Se nelle sere di nebbia (a paisana) ti sei fermato
    in piazza europa a “mangiari arancini di ‘mbriacu”
    >
    > Se la sera prima di mezzanotte nn
    esci da casa xkè tanto nn c’è nessuno, ke se tutti si convincessero del
    contrario si uscirebbe tutti prima e magari si andrebbe a letto prima
    delle 4, considerando ke fino a quell’ora sei rimasto come un
    bacchittuni davanti il fico
    >
    > Se vai a fare l’aperitivo al marro o
    al bar italia, anke se campanella nn t fa tanta simpatia
    >
    > Se per
    capodanno sei convinto ogni anno di andare a catania a ballare ma poi
    ti rimani ad enna e vai sempre nei famosi “festicci”
    >
    > Se la metà
    delle persone ke vedi in giro, in qualke modo sono tuoi parenti
    >
    > Se
    invece di dire sei un curiosone dici ‘a cchi si di Funnurisi?’
    >
    > Se per te è più facile criticare che
    fare le cose rischiando di essere criticato
    >
    > Se sei stato almeno
    una volta a mangiare la rustichella a sacchitello di notte tardi
    facendo la strada di sgamo che c’è per andare ai Calderai

    >
    > Se
    francamente t sei rotto le palle dei controlli della polizia ogni sera,
    che nn puoi neanke prendere una birrozza altrimenti riski la patente e
    poi nn puoi andare più ai “festicci”
    >
    > Se quando qualkuno di fuori t
    fa ascoltare una canzone nuova, per ricambiare subito t viene in mente
    di fargli ascoltare “pino vu cumprà” dei grandissimi Ali Babà
    >
    > Se
    nn puoi vedere i piazzesi ma ammetti che effettivamente loro sono un
    po’ più “continentali” di noi, nonostante quell’accento terribile
    >
    >
    Se non vai più al Lucifer perkè Agostino ha colorato una volta tutto il
    locale di bianco senza motivo e a te faceva cagare
    >
    >
    > Se…solo dopo
    ke te ne sei andato per pazzo da Enna perkè eri convinto ke era un
    posto di merda, ammetti che effettivamente, triste x quanto possa
    essere, è e rimane un’isola felice e fuori dal mondo,paranoica e un po’
    bigotta ma dove trovi un piacevole ambiente familiare e persone
    semplici, che per divertirsi nn hanno bisogno di chissà quale grande
    evento, ma gli basta un “festiccio”
    >

     

    7 responses to “L’ennese” Icona RSS


    Lascia un commento