La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Legislatore schizzofrenico sullo status dei consiglieri degli enti locali

    Pubblicato il Novembre 5th, 2010 Max Nessun commento

    di Massimo Greco
    Ci risiamo, il legislatore cambia di nuovo idea sulle modalità di riconoscimento dell’impegno istituzionale profuso dai consiglieri comunali e provinciali. Fino al 2000, data in cui il parlamento ha approvato la 2° riforma delle autonomie locali – T.U. 267/2000 – i consiglieri percepivano il gettone di presenza legato alla partecipazione alle sedute di consiglio e commissioni. Con la citata riforma il gettone viene trasformato in indennità di funzione. Nel 2008, sull’onda emozionale della riduzione dei costi della politica, il legislatore sopprime l’opzione dell’ indennità di funzione e ripristina il gettone di presenza. Adesso, il legislatore regionale, resosi conto che col gettone di presenza la spesa complessiva a carico degli enti locali è aumentata, si appresta in sede di finanziaria a recuperare l’istituto dell’indennità di funzione, magari ritoccandola a ribasso. Pertinente più che mai la vecchia esclamazione: “Come potevamo pensare mai di vincere la guerra?

    Lascia un commento