La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • La Regione può abbattere i costi trasferendo gli uffici in affitto nell’ex ospedale di Enna alta. Appello al presidente Musumeci e ai deputati regionali Pagana e Lantieri

    Pubblicato il Nov 13th, 2018 Max Nessun commento

    la storica entrata dell’ospedale Umberto I° di Enna alta

    Paolo Di Marco

    Da qualche mese a questa parte la giunta regionale guidata dal presidente Nello Musumeci ha votato un provvedimento per trasferire tutti gli uffici in affitto della Regione di Catania nella struttura di un ex ospedale. E pochi giorni fa lo stesso presidente ha dato il via libera definitivo alla decisione.

    Un modo giusto per risparmiare nella spesa degli affitti. Ma perché solo a Catania? Ad Enna esistono anche migliori condizioni. Il 3 settembre scorso ho inviato una nota, tramite i social al presidente Musumeci, o meglio al gruppo di lavoro del governatore. Poi ho ripreso la stessa nota e inviata al sito del partito #DiventeràBellissima. Nessuna risposta. Cosa avevo da dire al presidente. Semplicemente che il piano di risparmio e valorizzazione delle risorse immobiliari è perfettamente spendibile anche ad Enna. Nella parte alta della città esiste la struttura dell’ex Ospedale Umberto I° occupato per minimissima parte, mentre Azienda Forestale, Ufficio del Lavoro, Ispettorato del Lavoro, Motorizzazione, ex Ufficio di Collocamento, Esa ed altri uffici regionali sono costretti a pagare affitti costosi utilizzando locali che molte volte non si addicono per nulla alle esigenze di un ufficio. Una soluzione che proporrebbe un risparmio notevole alle casse regionali e che nello stesso tempo ridarebbe vita ad una struttura che col passare degli anni si sta trasformando in uno scheletro.

    Il presidente della Regione Nello Musumeci

    Non solo ma tutti gli Uffici regionali, o gran parte di essi, concentrati in una sola struttura aiuterebbero e di molto l’utenza. Creare ad Enna il Palazzo della Regione non sarebbe cosa nè difficile e neppure tanto costoso, anzi con gli anni diventerebbe un vero affare. Ma se è comprensibile che per un presidente della Regione questa opportunità non sia stata valutata, non capisco come il vertice dell’Asp o dell’amministrazione comunale non si siano minimamente posti il problema. I locali sono così spaziosi che potrebbero ospitare, oltre agli uffici regionali, una o due facoltà universitarie della Kore. Non solo ma sono locali assolutamente idonei per agevolare la crescita della facoltà di Medicina della fondazione Proserpina. Esistono ancora laboratori, ambulatori, sale operatorie che se riadattate alle esigenze didattiche farebbero bene al caso. Invece cosa fa l’intera città di Enna si dimentica di questa struttura e la offre alle intemperie e all’usura del tempo.

    Luisa Lantieri ed Elena Pagana

    Non mi pare che sul vecchio ospedale sia partito un discorso serio sull’utilizzo dell’intero complesso dove sono presenti strade, piazzette e giardini. A questo punto dal sito di Liberamente-enna.it voglio rinnovare l’appello al presidente Musumeci, sperando in una sua attenzione, ma rivolgo lo stesso invito pure alla deputazione regionale, Elena Pagana e Luisa Lantieri sperando che mostreranno più attenzione del vertice regionale. Al sindaco Maurizio Dipietro e alla direzione dell’Asp solo un suggerimento: siamo ancora in tempo per utilizzare al meglio la struttura, basta volerlo.

    Lascia un commento