La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • “La Regione non c’è”, lo dice il presidente Musumeci a Pergusa nel corso dell’assemblea regionale di #diventeràbellissima

    Pubblicato il Gennaio 20th, 2018 Max Nessun commento

    Paolo Di Marco

    “Esiste la carta intestata Regione Siciliana, poi nulla”. Così il presidente della Regione Nello Musumeci ha racchiuso in breve, questa mattina a Pergusa, la sua valutazione dopo in primi 50 giorni di amministrazione della macchina burocratica siciliana.

    In buona sostanza sul territorio isolano sarebbe presente una struttura fatiscente dove tutto diventa necessariamente emergenza. Un giudizio essenzialmente negativo espresso questa mattina a Pergusa nella sala dell’hotel Garden nel corso dell’assemblea regionale di #diventeràbellissima. Presente l’intera delegazione dei deputati regionali del movimento, l’assessore regionale alla Sanità Ruggero Razza, l’ex sindaco di Catania Raffaele Stancanelli e il capogruppo all’Ars Alessandro Aricò. La delegazione ennese nella seduta dell’assemblea regionale di #diventeràbellissima è stata guidata dall’assessore comunale Dante Ferrari. Il presidente Musumeci prima di entrare dentro le tematiche interne al partito ha sottolineato i primi passi effettuati alla Regione dove l’intera macchina è da rifondare. L’assemblea ha quindi eletto un comitato direttivo di 50 componenti con 4 presenze del territorio provinciale: Pino Di Franco, Santo Mirabella, Giuseppe Interlicchia e Melania Scorciapino.

    Dante Ferrari

    “In questo modo – dice Dante Ferrari – abbiamo voluto assicurare una presenza di valore al territorio ennese in un comitato assolutamente importante per il lavoro che dovrà fare nei prossimi anni”. Il presidente della Regione Musumeci si è soffermato in particolare su Pergusa “che va valorizzata”. Ed ha ricordato che a questo riguardo ha già avuto un incontro con il presidente nazionale dell’Aci Angelo Sticchi Damiani. Per quanto riguarda poi la prossima competizione nazionale #diventeràbellissima lavora per un apparentamento con la forza politica più vicina, Fratelli d’Italia. L’obiettivo eleggere al parlamento di Roma una pattuglia di 4 o 5 deputati che siano anche di supporto al lavoro che il presidente Musumeci deve mettere in campo per la Regione. I nomi dei candidati saranno resi noti entro il 29 gennaio.

    Lascia un commento