La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • La Lega esulta. Sala d’Euno ha detto no alla tassa di soggiorno

    Pubblicato il novembre 6th, 2018 Max Nessun commento

    Nota a cura del gruppo consiliare della Lega – Il consiglio comunale ha bocciato l’introduzione della tassa di soggiorno, proposta dall’amministrazione guidata dal Sindaco del PD Dipietro.

    Siamo soddisfatti di aver centrato l’obiettivo con la nostra azione politica – commentano cosi i consiglieri comunali Leghisti Saverio Cuci e Giuseppe Savoca – la Lega aveva già annunciato il proprio no all’introduzione dell’imposta, partendo da una attenta analisi di ciò che la città offre allo stato attuale.

    Convinti che il livello dei servizi e dell’accoglienza turistica in città non sia adeguato al punto da consentire l’introduzione di questa imposta. Secondo la Lega, nel nostro comune una prospettiva di rilancio turistico deve partire dall’erogare servizi e non dal tassare . Decoro urbano, manutenzione aree monumentali, valorizzazione dei panorami, abbattimento delle barriere architettoniche, adeguamento servizi igienici pubblici e realizzazione servizi per diversamente abili, manutenzione stradale e della pubblica illuminazione…. l’elenco potrebbe continuare.

    Tutti servizi che un’amministrazione deve comunque garantire che non possono essere subordinati all’introduzione di una tassa. La proposta portata in aula è frutto della mancata percezione, da parte dell’amministrazione e della sua maggioranza consiliare, della realtà evidente a cittadini e turisti. La documentazione fotografica vale più di mille parole. Rifacendoci alle immagini e quindi alla realtà, la domanda è sempre la stessa : il livello dei servizi e dell’accoglienza turistica a Enna è adeguato al punto da consentire l’introduzione della tassa di soggiorno?
    La risposta è no. Cosi la pensa la Lega, cosi la pensano le altre forze politiche consiliare che, come noi, hanno espresso voto contrario evitando l’introduzione di questa imposta fuori luogo.

    Lascia un commento