La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • La Confedilizia richiama il Governo Prodi

    Pubblicato il dicembre 8th, 2007 Max Nessun commento

    di Salvatore Trapani
    L’emendamento in materia di indennità di esproprio presentato dal Governo alla Finanziaria, deve essere modificato perché aderisca in pieno a quanto richiesto dalla Corte costituzionale con la recente sentenza in proposito. E’ quanto rileva la Confedilizia, precisando che la Consulta – nel dichiarare illegittimo, con la sentenza n. 348/2007, il vigente sistema di determinazione delle indennità, che portava queste ultime a risultare inferiori alla soglia minima accettabile di riparazione dovuta ai proprietari espropriati – ha fra l’altro previsto la possibilità che il legislatore determini indennità distinte per singoli espropri dettati da finalità limitate, da un lato, e per “piani di esproprio volti a rendere possibili


    interventi programmati di riforma economica o migliori condizioni di giustizia sociale”, dall’altro. Nell’emendamento alla Finanziaria presentato dal Governo, si prevede invece una riduzione del 25% dell’indennità di esproprio “quando l’espropriazione è finalizzata ad attuare interventi di riforma economico-sociale”.L’emendamento del Governo – sottolinea la Confedilizia – allarga all’evidenza, rispetto a quanto statuito dalla Consulta, le fattispecie per le quali si prevede la corresponsione al proprietario di un’indennità di esproprio inferiore al valore di mercato dell’immobile. La Confedilizia chiede quindi che l’Esecutivo modifichi il testo presentato uniformandosi alla sentenza della Corte costituzionale.

    Lascia un commento