La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Intervista al Resp.le prov.le di Assoutenti Ilaria De Simone

    Pubblicato il settembre 26th, 2007 Max 2 commenti

    Dott.ssa De Simone il CGA sembra darvi ragione?

    Si il CGA, con l’ordinanza n. 696 /07, ritenuta la sussistenza del fumus boni juris e del danno grave ed irreparabile per i cittadini, ha disposto di sospendere tutti i provvedimenti che l’Assoutenti ha impugnato.Primo fra tutti la delibera di determinazione delle fatture 2006-2007,l’affidamento a Sicilia ambiente, la convenzione con la Montepaschi Serit e tutti i provvedimenti ad essi collegati e presupposti. Si tratta del giusto riconoscimento di pretese legittime dei cittadini, che non possono subire imposizioni patrimoniali, nell’assoluta violazione di legge. Portiamo avanti questa battaglia da anni, dall’inizio del 2004:si tratta di un primo risultato importante, sia per il contenuto dell’ordinanza che apre uno scenario nuovo in Sicilia sulla questione degli ATO, sia perché proviene dal massimo organo di giustizia amministrativa.

    In attesa della sentenza di merito del TAR cosa intendete fare?

    Innanzitutto che venga data ottemperanza all’ordinanza del CGA: ciò significa che le fatture 2006 e 2007 ed anche il servizio a Sicilia ambiente sono sospesi. Vigileremo sul rispetto di quanto statuito nell’ordinanza, mettendo in moto tutti i meccanismi giuridici.

    Ma gli utenti, in attesa che si concluda il contenzioso, come come devono comportarsi?

    Gli utenti, nell’attesa di questo contenzioso, non devono pagare nulla.
    Le fatture sono sospese; bisogna attendere la sentenza del TAR e i provvedimenti legittimi di determinazione di tributi legittimi da parte degli organi competenti. E’ giusto pagare il tributo per il servizio di igiene ambientale, perché è un servizio che viene reso dagli operatori ecologici, che a loro volta devono essere retribuiti. Ma è anche giusto pagare un tributo che sia legittimo e soprattutto equo. Ritengo grave tuttavia il comportamento di alcuni Sindaci, che noncuranti dell’ordinanza continuano ad invitare i loro cittadini a pagare tributi, che si appalesano illegittimi. Grave sia per inosservanza del dispositivo dell’organo di giustizia amministrativa, ma soprattutto mancanza di rispetto dei cittadini e dei loro diritti. Non è corretto far pagare ai cittadini per scelte politiche ed amministrative errate.

    Dopo Napoli dobbiamo aspettarci un’emergenza rifiuti anche a Enna?

    Assolutamente no. La responsabilità di gestire questa situazione è dei Sindaci, come chiaramente emerso dall’incontro che Assoutenti ha avuto con il Prefetto giovedì scorso. I Sindaci sono gli unici titolari del potere-dovere di trovare soluzioni necessarie ed opportune per garantire il servizio e pagare una giusta retribuzione agli operatori ecologici. La legge mette loro a disposizione vari strumenti, tra cui le ordinanze contingibili ed urgenti, per assicurare un servizio essenziale, che non può essere sospeso. E’ inutile e non proficuo continuare il braccio di ferro con gli utenti, per cercare di mantenere a tutti i costi un sistema sovradimensionato, ormai al collasso. Piuttosto è auspicabile riprogrammare il servizio di igiene ambientale, in attesa della sentenza del TAR, con un piano industriale, i cui costi siano rispondenti alle reali esigenze e possibilità dei cittadini della Provincia di Enna e del territorio che forse molti dimenticano, conta un numero altissimo di pensionati, anche con pensioni minime, e famiglie monoreddito.

     

    2 responses to “Intervista al Resp.le prov.le di Assoutenti Ilaria De Simone” Icona RSS

    • finalmente Enna acquisisce un primato in Italia : avere la più alta tutela per i cittadini, grazie alla incessante e martellante attività di ASSOUTENTI il cui Staff professionale, diretto dalla Dott. Ilaria De Simone ha raggiunto brillanti risultati volti alla sola tutela della cittadinanza. Ed aver combattuto contro un potere forte (?) sostenuto da tanti uomini polittici, – senza mai mollare – non è poca cosa . .. . .
      Ritengo che tutti gli ennesi compreso me (un pensionato tartassato) Le dobbiamo almeno un GRAZIE!

    • A proposito delle cartelle esattoriali della SERIT Spa relative alla TIA 2007, chi ha provveduto al pagamento della sopra mensionata tassa come si deve comportare, per l’eventuale recupero delle somme?


    Lascia un commento