La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Internalizzazione, la nuova opportunità per le aziende del territorio

    Pubblicato il ottobre 1st, 2017 Max Nessun commento

    Gli assessori Colianni e Scillia

    Partecipazione nutrita questa mattina al convegno “Internazionalizzazione: una nuova sfida degli Enti locali” che ha avuto luogo nella sala del cafè letterario Al Kenisa.

    Un appuntamento programmato dall’amministrazione comunale per aprire un nuovo sentiero nei processi di sviluppo del territorio. In particolare è stato l’assessore Francesco Colianni, che guida al Comune anche i processi di internazionalizzazione, che ha pressato tanto per dare concretezza all’incontro. L’attivazione dei processi d’internalizzazione servono tanto al territorio per uscire dallo stretto guscio localistico e dare respiro continentale alle piccole e medie imprese. Per il territorio ennese non esiste l’opzione di inserirsi nei nuovi percorsi di commercializzazione esiste invece la necessità di far parte dei mercati globali. Un’opportunità viene offerta dalla fattiva collaborazione dello stato americano del Maryland rappresentato ad Enna ai lavori del convegno dal portavoce Tom Lyon,  Direttore degli Affari Europei del Dipartimento del Commercio. Da lui arriva la massima disponibilità ad aiutare gli imprenditori del territorio. Insomma anche il nostro “Made in Italy” con le nostre eccellenza ha una nuova opportunità di affacciarsi sul mercato estero utilizzando lo strumento del Contratto di Rete. Un percorso avvalorato da Giuseppe Cataldo, Amministratore Delegato e CEO della World Professional Inc con sede a Chicago.

    I partecipanti al convegno

    Francesco Colianni ha aperto i lavori sottolineando l’aiuto che può dare il Maryland ai nostri imprenditori. Non va dimenticato che in quella parte dell’america vigono opportunutà davvero invitanti e riguardano le tassazioni vantaggiose verso l’importazione dei prodotti. Altro intervento dei rappresentanti del Comune è da ascrivere all’assessore Biagio Scillia, delega commercio, che ha puntato l’attenzione sulla globalizzazione dei mercati. Il momento sembra proprio favorevole considerati i dati economici del primo semestre del corrente anno del nostro paese. Dati che registrano una crescita complessiva per l’economia italiana ma all’interno il buco nero è rappresentato dalla fase di decrescita dell’economia siciliana. Va sottolineato che la Sicilia rappresenta un quarto del PIL del sud del Paese. Quindi se la crescita nazionale continuerà a tirare è probabile che anche l’economia dell’isola ne potrà beneficiare varcando soglie positive. Per saltare il guado bisogna sostenere le aziende ennesi e siciliane di eccellenza. Un passaggio nevralgico sostenuto da Fabio Montesano presidente dell’Ordine Commercialisti di Enna. Ciò che producono queste aziende ha grande possibilità di inserirsi nei Mercati americani e mondiali ma Regione ed Enti locali debbono fare la loro parte e bene controllando i processi di crescita e invogliando le imprese a fare Rete. “La missione dello Stato del Maryland – ha sostenutoto Tom Lyon – è indirizzata verso l’internazionalizzare dei prodotti a livello mondiale. Il Maryland non è uno Stato fra i più ricchi dell’America ma sfruttando ottime strategie di marketing riesce a far conoscere i prodotti che importa ed esporta. Possiede anche la caratteristica di individuare i giusti target e tessere ottimi rapporti con i buyers europei e mondiali. La logica del Maryland punta ad attrarre quante più economie estere è possibile facendo crescere, nel frattempo, il proprio brand”.

    Lo Stato americano registra fatturati per oltre 330 milioni di dollari sulle esportazioni e intrattiene rapporti con 705 società europee.

    L’assessore Colianni, chiudendo i lavori, ha sottolineato che per lui internazionalizzazione comprende il passaggio di “mettere insieme attività produttive e turismo grazie all’enorme quantità di beni culturali che il nostro territorio vanta”.

    Lascia un commento