La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Il programma natalizio di Mario Incudine

    Pubblicato il dicembre 19th, 2009 Max Nessun commento

    di Libero
    Dopo una fruttuosa tournée che ha visto Mario Incudine in Belgio per dieci giorni dal 6 al 16 dicembre, portavoce del progetto speciale “Al Funduq”, il cantautore ennese è pronto per salpare per il suo lungo viaggio natalizio che lo porterà in giro per le tre punte dell’Isola, anche con il nuovo spettacolo realizzato in trio con Peppe Servillo degli Avion Travel e Ambrogio Sparagna del Parco della Musica di Roma. Sono due intanto i premi conferiti a Mario per il suo impegno di “ambasciatore siciliano nel mondo“ e per il suo ruolo di “portavoce del nuovo fermento siciliano”: il premio Impronte di Sicilia è stato consegnato il 17 dicembre, ad Erice dalla Regione siciliana e dall’associazione Eventualmente Noi, il secondo, il premio Rubens, lo riceverà il 20 dicembre alle 19 al Castello di Nelson a Maniace, Bronte (Catania), come riconoscimento da parte di critici e giornalisti.

    «L’esperienza fatta in Belgio è stata straordinaria – racconta Incudine – incontrare le comunità di siciliani all’estero e vedere tanti cittadini del luogo innamorarsi della musica siciliana, intrecciata per l’occasione con sonorità arabe e francesi, è stato emozionante e molto costruttivo. Un vero onore è stato per me – aggiunge – incontrare per la prima volta il grande compositore e organettista belga Didier Laloy con il quale è nato da subito un ottimo affiatamento. Prendo sempre più coscienza del fatto che è la musica il vero collante tra i popoli». Nel tour di “Al Funduq”, progetto ispirato ai “fondachi” dell’area mediterranea, luoghi di scambio tra culture, Mario ha condiviso il palco con Pierre Vaiata (Belgio), Zorha Lainef (Tunisia), Oriana Civile (Palermo), Salvatore Bonafede (Palermo), Carlo Rizzo (Francia), Saif Maayoufi (Tunisia), Nidhal Jaoua (Tunisia) portando le sue note di Sicilia ad Anvers, Bruxelles, Liege, Gand e Huy.


    Novene, ninne nanne, nenie popolari e filastrocche saranno poi il filo conduttore delle prossime tappe che vedranno Mario impegnato fino a metà gennaio. Accanto al concerto-spettacolo “E scinniu la notti” (che verrà replicato a Barcellona Pozzo di Gotto, Licata, Scicli e Calascibetta), il cantautore debutterà con il nuovo progetto “Fermarono i cieli”, realizzato assieme alla voce carismatica di Peppe Servillo e il frizzante organetto di Ambrogio Sparagna e la partecipazione del coro “Hator” del primo circolo didattico di Vittoria diretto da Cinzia Spina (a Ragusa il 29 dicembre e a Enna il 30): un viaggio natalizio per le regioni d’Italia attraverso le ninne nanne dedicate al Bambin Gesù nei dialetti più variopinti.
    E se nelle vesti di cantastorie dei primi del Novecento si calerà Incudine il 2 e il 6 gennaio all’interno del presepe vivente realizzato nel borgo medievale di Montalbano Elicona, un’incursione extra-natalizia verrà fatta a Roccapalumba, Canicattì e Caltanissetta con il concerto Abballalaluna live (con Franco Barbarino, Pino Ricosta, Riccardo Laganà, Emanuele Rinella, Antonio Putzu e Antonio Vasta).La notte di Capodanno bomba d’energia al teatro tenda di Enna con Mario Incudine e il gruppo Terra subito dopo il brindisi di mezzanotte. Il 9 e 10 gennaio Incudine canterà e reciterà nella rappresentazione sacra A la Madonna di li miraculi, con voci liriche, attori e strumentisti, diretti da Salvatore Di Grigoli e infine un concerto raffinato al teatro comunale di Noto in trio con il chitarrista Francesco Buzzurro e l’armonicista Giuseppe Milici.

    Lascia un commento