La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • “Il premier deve cambiare anche stile di vita”

    Pubblicato il Ottobre 30th, 2010 Max 5 commenti

    On. Gianfranco Miccichè – Forza del Sud

     

    5 responses to ““Il premier deve cambiare anche stile di vita”” Icona RSS

    • Resto allibito per come alcuni giustifichino questi “comportamenti” in capo ad un Premier. Non penso che la dissolutezza ed i “bunga bunga” siano modus vivendi da prendere ad esempio e da giustificare. Un premier di un paese è un leader, e come tutti i leaders ha il dovere e l’obbligo morale di dispensare un’immagine di se, e dell’esecutivo che guida, quanto più nitida e corretta, tale, da fungere ad esempio comportamentale soprattutto nei giovani che amano identificarsi con una classe dirigente di cui sono soliti ereditarne i “valori”. Ditemi voi, quale esempio può essere tale personaggio che si vanta di dispensare sesso a destra e a manca. Adesso ha perso, oltre al consenso della stragrande maggioranza di Confindustria, anche l’appoggio della Chiesa. Se ne vedranno delle belle. Per fortuna: “Nulla è per sempre”…

    • La vicenda di Ruby, “è lo specchio di una parte del Paese che vorrebbe trombarsi le minorenni (e se le tromba), vorrebbe evadere il fisco (e lo evade), vorrebbe violare le leggi (e le viola)”.

    • Esatto Antonio. Vivere secondo il principio del “no regole, si orgy”… Povera Italia, Poveri noi italioti…

    • Sapete avete ragione. questo modus vivendi però pensate che lo abbia inventato Berlusconi? o piuttosto è un modus vivendi di una classe politica (di tutti i colori e bandiere vedi anche Mendola ad esempio ecc..) degenerata e non solo la classe politica..ma che rifletta anche lo stato morale e legale che attraversa ogni stato sociale dal più alto al più basso…
      P. S. pensate che le minorenne di oggi giochino ancora al quadrato, a palla avvelenta, o all’elastico? e che fuori ci sono i mostri che li guardano? o sono minorenni adultizzati che preferiscono facebook web cam e sono più consenzienti di quello che si pensa…. Riflettiamo sulle responsabilità di ognuno però senza che si pensi che il male della società italiana sia solo Berlusconi… Per fortuna nulla è per sempre è vero.. Ma l’alternativa qual’è? e soprattutto c’è?…Chiariamo a me non mi interessa niente di Berlusconi o di altri… però bisogna anche essere realisti.. In questo momento lui è il male minore ma è pur sempre un male

    • Gentile Maria,

      è assodato che questo stile di vita non appartiene solo al Premier, ecco perché la società sta declinando vertiginosamente, ma il Premier, ripeto, è un leader e come tale deve dare l’esempio dell’applicazione di quei valori e principi che tanto ha enunciato in diversissimi consessi pubblici e privati. Ergo, proprio per questo motivo ha l’obbligo, soprattutto nei confronti dei giovani che lo seguono e di cui prendono ad esempio degli atteggiamenti di vita, di “presentare” la parte migliore del suo stile di vita e trasmettere quel messaggio, quale punto di riferimento, di: correttezza, trasparenza, legalità che un Presidente del Consiglio deve necessariamente dispensare a iosa e su cui non possono e non devono esserci dubbi. Tengo a puntualizzare che questo non vuole essere moralismo, ma al contrario, vuole rimarcare quel valore che è l’amore per la procreazione dei figli, al posto del sesso tout court, che da vita alla famiglia che a causa di certi “metodi o filosofie” di vita corre il rischio di distruggersi piuttosto che crearsi e rigenerarsi. Non vado oltre, perché correrei il rischio di sconfinare in altro. Tuttavia, quanto detto, resta un mio punto fermo. Spero che ciò possa fare riflettere gli amici che la pensano diversamente. Concludo ripetendo che: “Un leader ha l’obbligo morale di pensare e comportarsi secondo regole corrette e di buon costume, diversamente, è qualcos’altro…


    Lascia un commento