La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Il Partito Democratico in provincia di Enna

    Pubblicato il agosto 29th, 2007 Max Nessun commento

    On. Carmelo Tumino
    Anche in provincia di Enna è necessaria una più ricca partecipazione democratica ed un cambiamento di stile nel rapporto tra politica e società, nell’organizzazione dei servizi come nel modello di sviluppo.

    La politica ed il Partito Democratico devono rilanciare gli aspetti più positivi che ha saputo esprimere una collaborazione più che decennale fra D.S. e Margherita e che ha portato ad alcuni grandi risultati, primo fra tutti l’Università.

    Tutti dobbiamo impegnarci per costruire un partito che sia luogo vivace di riflessione e di elaborazione di proposte per il governo del territorio capace di fare emergere la voce di vaste rappresentanze di interessi sociali, economici e culturali e di esperienze di autogoverno della vita quotidiana.


    Dobbiamo affermare una cultura della responsabilità che partendo dall’idea di una gestione trasparente ed aperta della cosa pubblica consenta una riflessione:
    – sulla gestione degli Enti che operano nella nostra provincia ed in particolare di quelli che forniscono servizi: essi devono servire i cittadini con efficienza e con efficacia, devono sottolinearne la loro centralità e non quella degli operatori o, peggio, delle esigenze che hanno i prtiti per accrescere il consenso politico.
    Bisogna avere il coraggio di sopprimere Enti inutili: dalla Biennale di Archeologia al Cesis; di rivedere il senso e forse la stessa validità di società come la Multiservizi e Sicilia Ambiente. Bisogna avere il coraggio di parlare con i “consumatori” per capire la fondatezza, se c’è, delle loro ragioni e dare loro le necessarie risposte politiche valorizzandone i movimenti senza cercare di addomesticarli o di ghettizzarli e senza avere la presunzione di non aver commesso errori.
    Bisogna avere il coraggio di aprire la gestione del Consorzio Industriale agli imprenditori, di favorire la loro aggregazione come anche le spinte propulsive ed il dinamismo del mondo dell’artigianato e del commercio.

    E’ necessario che il P D della nostra provincia:
    – esalti il ruolo dell’iniziativa privata che, anche se aiutata, deve essere lasciata libera di organizzarsi con le necessarie professionalità, nel rispetto della legalità e della dignità di chi vi lavora, per poter competere e stare sul mercato;
    – intervenga sulla necessità di definire i distretti territoriali: turistici, produttivi e per la gestione di servizi, che possano favorire una logica di sviluppo differenziato in rapporto alle varie aree orientando, in questo senso, la politica provinciale ed il ruolo stesso dell’Ente Provincia;
    – favorisca la partecipazione democratica sia all’interno del partito, offrendo reali opportunità di confronto e di assunzione di responsabilità, sia nella scelta dei candidati alle varie elezioni;
    – operi per una organizzazione o riorganizzazione dei dipartimenti per favorire una riflessione costante sulle tematiche che consideriamo cruciali per lo sviluppo e la crescita dei nostri territori, dalla cultura alla sanità al lavoro, ecc.
    – affermi, nella gestione di tutti gli Enti, la meritocrazia nel reclutamento del personale e l’efficienza amministrativa.

    Questa bozza di progetto, che Ti chiedo di
    TRASMETTERE A TUTTI I TUOI AMICI, QUALE CHE SIA LA LORO APPARTENENZA O IDEA POLITICA,
    ha bisogno della Tua collaborazione per essere definita e divenire il riferimento di un’area politica in provincia, dentro il Partito Democratico, e collegata adeguatamente a livello regionale e nazionale.

    Invia i tuoi suggerimenti a tumino.carmelo@tiscali.it

    Per rendere operativa l’organizzazione necessaria a definire l’area politica di cui questo documento vuole essere il fondamento e fare una lettura delle dinamiche nazionali e regionali che riguardano le primarie del 14 ottobre ci ritroveremo all’

    incontro provinciale che avrà luogo a Piazza Armerina presso il Park Hotel Paradiso lunedì 3 Settembre alle ore 17.30 ed
    al quale invito a partecipare Te e chi Tu riterrai.

    Lascia un commento