La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Il Consigliere perde lo status di Amministratore, ma non in Sicilia

    Pubblicato il gennaio 31st, 2008 Max 1 commento

    di Massimo Greco
    Come di consueto, anche per l’anno in corso la Finanziaria statale non manca di offrire spunti di dibattito in ordine all’applicazione nella Regione Siciliana delle numerose disposizioni normative ivi contenute. Fra queste, figurano quelle contenute nei commi 23, 24 e 25 dell’art. 2 della Legge n. 244 del 24/12/2007. Le disposizioni che necessitano di un approfondimento urgente riguardano la perdita dello status di amministratore locale prevista dalla lett. a) del comma 24 e la tacita soppressione dell’indennità di funzione per i consiglieri degli enti locali prevista dalla lett. a) del comma 25.
    Così come avvenuto già in precedenza in occasione della riduzione ope-legs del 10% dell’indennità di funzione dei consiglieri degli enti locali, anche in questo caso gli uffici di Comuni e Province sono alla prese con l’applicabilità delle citate norme nel territorio della Regione Siciliana.
    Per affrontare in modo funzionale la questione, appare opportuno distinguere le disposizioni della finanziaria che riguardano lo status degli amministratori e l’assetto ordinamentale-organizzativo dell’ente locale da quelle prettamente finanziarie che rispondono ad esigenze di coordinamento della finanza pubblica statale. Ciò in considerazione della riserva dell’ambito ordinamentale-organizzativo alla competenza esclusiva della Regione Siciliana, ai sensi dell’art. 14 dello Statuto, che, nella fattispecie dell’indennità di funzione, risulta essere esercitata con legge regionale n. 30/2000. In particolare, il comma 7 dell’art. 19 della L.r. n. 30/2000 dispone che “i regolamenti degli enti possano prevedere che al consigliere interessato competa, a richiesta, la trasformazione del gettone di presenza in una indennità di funzione, sempre che tale regime di indennità comporti per l’ente pari o minori oneri finanziari e preveda l’applicazione di detrazioni dalle indennità in caso di non giustificata assenza dalle sedute degli organi collegiali”.
    Altra questione da valutare è se le disposizioni in argomento costituiscono norme fondamentali delle riforme economico-sociali della Repubblica. Negli statuti delle Regioni ad autonomia speciale è infatti prescritto che la competenza legislativa esclusiva deve rispettare il limite delle norme fondamentali delle riforme economico-sociali della Repubblica. Tuttavia l’individuazione delle disposizioni di legge alle quali attribuire la natura di grandi riforme economico-sociali è affidata alla giurisprudenza della Corte costituzionale. La Corte dà rilievo alla innovatività del contenuto normativo, tenendo conto delle finalità perseguite dal legislatore in ordine a fenomeni di primaria importanza nazionale e all’esigenza di un’attuazione uniforme su tutto il territorio nazionale dei principi indicati dal legislatore (Corte Cost. sentenze nn. 13/80; 219/84; 296/93 e 153/95) indipendentemente dall’autodichiarazione che ne fa lo stesso legislatore. La mancata impugnativa in via principale della finanziaria statale a cura della Regione Siciliana dinanzi alla Corte Costituzionale complica le cose, comportando l’esame autonomo in via interpretativa delle questioni.

    Interventi di dettaglio del legislatore statale in tale ambito, quali sono quello di escludere l’ipotesi di trasformazione del gettone di presenza in indennità di funzione e quello di eliminare lo status di amministratore locale ai consiglieri degli enti locali, anche se inseriti nel contesto di una norma finanziaria, non sembrano riconducibili né a principi fondamentali dell’ordinamento giuridico, né a norme fondamentali di riforma economico-sociale della Repubblica. Le recenti pronunce della Corte Costituzionale, in vigenza del nuovo Titolo V° della Costituzione, censurano infatti interventi del legislatore statale restrittivi della libertà e dell’autonomia delle regioni e, a caduta, degli enti locali (Corte Cost., sentenze nn. 376/03; 36/04; 4/04 e 417/05). E come tali, non in grado di prevalere sulla competenza esclusiva della Regione Siciliana puntualmente esercitata.
    Discorso diverso andrebbe invece fatto per quelle norme della finanziaria che stabiliscono misure di carattere finanziario. A tal proposito è utile richiamare il parere del Consiglio di Giustizia Amministrativa n 649 del 5/09/2007 richiesto dall’Assessorato Reg.le agli Enti Locali per l’analoga questione della riduzione delle indennità di funzione stabilita con la precedente finanziaria: “Un’interpretazione conforme non solo alla lettera della legge, che – va ricordato – ha espressamente ricondotto la novella legislativa riduttiva delle indennità e dei gettoni degli amministratori locali, inserita nella finanziaria 2006, al perseguimento di esigenze di coordinamento della finanza pubblica, ma anche alla ratio e alla sostanza della norma stessa impone, ad avviso della Sezione, di considerare la disposizione applicabile anche all’ambito regionale autonomo e localistico di cui si discute…………….venendo ad essere coinvolto lo specifico fine (sempre però di principio) della riduzione dei costi della politica, che non può essere disconnesso dalle ragioni di coordinamento finanziario proprie di obiettivi di portata chiaramente nazionale, e le modalità della cui attuazione, per tali motivi, non possono essere rimesse a valutazioni discrezionali di ogni ambito regionale ed autonomistico”.
    Lo Stato, con la manovra finanziaria in questione, ha voluto incidere sia sugli aspetti organizzativi-ordinamentali degli enti locali, apportando modifiche al T.U. n. 267/2000, che sugli aspetti della finanza pubblica, introducendo un vincolo riduttivo dei gettoni di presenza spettanti ai consiglieri per finalità che vanno al di là del mero equilibrio finanziario e quindi della riduzione generica della spesa, venendo coinvolto (anche per l’anno corrente) lo specifico scopo della riduzione dei costi della politica che, come sostenuto dal Consiglio di Giustizia Amministrativa col precedente parere n. 885 del 6/03/2007, “…non può essere disconnesso dalle ragioni di coordinamento finanziario proprie di obiettivi di portata chiaramente nazionale…”.
    A questo punto si può provare a trarre alcune considerazioni in ordine al quesito iniziale. Se infatti le disposizioni normative che riguardano gli aspetti organizzativi-ordinamentali non meritano un’applicazione diretta sul territorio della Regione Siciliana, la stessa affermazione non può essere fatta per quelle disposizioni di carattere finanziario che rispondono ai principi del coordinamento della finanza pubblica. Pertanto, non appare applicabile la lett.a) del comma 24 che toglie lo status di amministratore locale ai consiglieri riservandolo solo ai sindaci, i presidenti delle Province, i presidenti di consiglio comunali e provinciali, i presidenti dei consiglio circoscrizionali ed ai membri delle Giunte di comuni e province. Così’ come non appare applicabile la lett. a) del comma 25 che elimina la possibilità, prima riconosciuta dal Testo Unico al consigliere, di richiedere la trasformazione del gettone di presenza in indennità di funzione. E’ invece da considerarsi immediatamente applicabile la parte della disposizione normativa che introduce il vincolo riduttivo dell’ammontare percepito nell’ambito di un mese da un consigliere, che non potrà superare l’importo pari a un quarto dell’indennità massima prevista per il rispettivo sindaco o presidente di provincia in base al decreto previsto dall’art. 19 della L.r. n. 30/2000.
    Ciò considerato, se non risulta necessario un intervento del legislatore siciliano per modificare la legge n. 30/2000, sembra invece opportuno ed urgente che il Governo regionale emani una nuova regolamentazione in ordine alla determinazione delle indennità di funzione e dei gettoni di presenza degli amministratori locali in attuazione dei citati vincoli di coordinamento della finanza pubblica introdotti con la finanziaria statale.

     

    1 responses to “Il Consigliere perde lo status di Amministratore, ma non in Sicilia” Icona RSS

    • Isola delle Femmine 12 giugno 2008-06-12
      MINACCE DI MORTE AL COMITATO CITADINO ISOLA PULITA
      Il Comitato Cittadino Isola Pulita a seguito delle gravissime minacce di morte rivolte contro due nostri esponenti ha deliberato l’interruzione immediata di qualsiasi attività politica sul territorio e conseguentemente la chiusura del sito web “Isola Pulita”.
      Le minacce sono state pronunciate pubblicamente nella piazza Umberto I a Isola delle Femmine.
      La decisione è scaturita per una salvaguardia della incolumità fisica dei componenti del Comitato e delle proprie famiglie.
      Ammettiamo pubblicamente di aver fallito la nostra “missione”:
      parlare di legalità,
      di ambiente,
      di amministrazione,
      di trasparenza,
      di sviluppo,
      di territorio,
      di crescita sociale e culturale della nostra COMUNITA’.
      Il nostro intento: dare un contributo per favorire il dialogo e il confronto civile attraverso la partecipazione di tutti i CITTADINI.
      AVETE LA NOSTRA RESA !
      Il Comitato Cittadino “Isola Pulita”

      Caricato da isolapulita

      http://isoladellefemminedaliberare.blogspot.com/

      Da: locascio.france…@aliceposta.it
      Data: Thu, 12 Jun 2008 21:29:40 +0200
      Locale: Gio 12 Giu 2008 20:29
      Oggetto: Fw: minacce di morte ad Isola delle Femmine (Palermo) . comitato ambientalista sospende le attività. Rete lilliput NO.http://www.teleoccidente.it/home/players/TGGIOV.htm
      tg di teleoccidente: minacce di morte
      ad Isola delle Femmine (Palermo)
      per chi si oppone ad italcementi.
      comitato isolapulita (http://www.isolapullita.it)
      sospende attività politica e blog.
      Lilliput no!
      http://www.retelilliputisoladellefemmine.wordpress.com

      I vigliacchi mi sembra chiaro da che parte stanno …. le vostre parole
      non cadranno nel vuoto.
      Con sincera ammirazione
      Susanna
      susanna.ambivero@virgilio.it

      SOLIDARIETA’ A PINO e TUTTO I COMITATO! FORZA RESISTETE!

      CARO PINO questo è il messaggio che ho messo sul MEETUP DEGLI ORGANIZER DI BEPPE GRILLO.
      FORZA. RESISTETE!
      Carlo Cardarelli cell 360598355
      ACU MARCHE Via Piave, 49/C 60124 ANCONA (AN)
      http://beppegrillo.meetup.com/533/boards/thread/4885886
      =======================================

      Cari amiche ed amici, INVIATE TUTTI UN SEGNALE DI SOLIDARIETA’ A [b]PINO CIAMPOLILLO[/b] ED A TUTTI I CITTADINI CHE FANNO PARTE DEL COMITATO “[b]ISOLA PULITA[/b]” CHE SONO STATI MINACCIATI DI MORTE DA PERSONE CHE, EVIDENTEMENTE, NON HANNO PIACERE CHE NEL TERRITORIO CI SIANO PERSONE ONESTE CHE SI BATTONO CONTRO I SOPRUSI DI PREPOTENTI CHE VORREBBERO LUCRARE SULLA BELLEZZA E RICCHEZZA DEI NOSTRI TERRITORI.

      QUESTO E’ IL LORO COMUNICATO FINALE:

      ====================================

      CHIUSURA PER MINACCE DI MORTE

      Isola delle Femmine 12 giugno 2008-06-12
      MINACCE DI MORTE AL COMITATO CITADINO ISOLA PULITA
      Il Comitato Cittadino Isola Pulita a seguito delle gravissime minacce di morte rivolte contro due nostri esponenti ha deliberato l’interruzione immediata di qualsiasi attività politica sul territorio e conseguentemente la chiusura del sito web “Isola Pulita”.
      Le minacce sono state pronunciate pubblicamente nella piazza Umberto I a Isola delle Femmine.
      La decisione è scaturita per una salvaguardia della incolumità fisica dei componenti del Comitato e delle proprie famiglie.
      Ammettiamo pubblicamente di aver fallito la nostra “missione”:
      parlare di legalità,
      di ambiente,
      di amministrazione,
      di trasparenza,
      di sviluppo,
      di territorio,
      di crescita sociale e culturale della nostra COMUNITA’.
      Il nostro intento: dare un contributo per favorire il dialogo e il confronto civile attraverso la partecipazione di tutti i CITTADINI.
      AVETE LA NOSTRA RESA !
      Il Comitato Cittadino “Isola Pulita”

      ================================

      INFORMATEVI QUI: —-> http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/

      QUI: —-> http://isolapulita.blogspot.com/

      QUI: —-> http://isoladellefemminedaliberare.blogspot.com/

      E ANCHE QUI: —-> http://dailymotion.alice.it/isolapulita

      [b]FORZA! Facciamoli sentire MENO SOLI!

      QUESTO E’ IL MESSAGGIO CHE IO HO INVIATO:[/b][color=red][/color]

      [i]L’ASSOCIAZIONE CONSUMATORI UTENTI ACU MARCHE, I MEETUP DI BEPPE GRILLO DELLE MARCHE SONO SOLIDALI CON PINO E CON TUTTI I CITTADINI DEL COMITATO “ISOLA PULITA”. FORZA AMICI, NON VI ARRENDETE! IL FUTURO DELLA NOSTRA TERRA, DEL NOSTRO AMBIENTE E’ IL VALORE PIU’ ALTO DA DIFENDERE.
      carlo cardarelli![/i]
      [b]INVIATE a QUESTA E-MAIL
      il Vostro messaggio di solidarietà:[/b] [b]”asso_di_quadri_1@libero.it”[/b]

      carlocardarelli@libero.it
      CARLO CARDARELLI

      Urgentissimo un intervento di concreta solidarietà nei confronti di Pino Ciampolillo e dei componenti il Comitato Isola Pulita, non da ultimo anche un passo ufficiale presso la Procura della Repubblica ed il Prefetto. Non si può mettere a tacere con intimidazioni di chiaro stampo delinquenziale e mafioso chi da anni conduce con sacrificio personale e rischio della propria incolumità una battaglia contro un colosso industriale come l’Italcementi e contro l’utilizzo del combustibile pet-coke per il rispetto delle condizioni minime di tutela dell’ambiente e la salvaguardia della salute della popolazione di Isola delle Femmine. Nella vicenda grava come al solito e soprattutto anche il ricatto occupazionale, tanto è vero che ancora una volta si cerca di utilizzare le maestranze contro le lotte del Comitato cittadino.
      Faccio notare che, con singolare analogia di tempi e di modalità intimidatorie, a Pino Ciampolillo è stato già più volte negato con pretestuosità di ogni tipo l’accesso agli atti amministrativi sull’Italcementi presso l’Assessorato Regionale Territorio e Ambiente da un “noto” dirigente del settore, il quale non riesce ormai neppure a nascondere atteggiamenti e comportamenti manifestamente ostili e di tracotanza nei suoi confronti, quali ad esempio di andare in escandescenze solo alla sua vista oppure di metterlo persino alla porta.
      Non consentiamo che passi il ricatto padronale
      Non consentiamo che venga messo il bavaglio al sito web Isola Pulita.
      Non lasciamo indifesi Pino Ciampolillo ed i componenti del Comitato.
      Ristabiliamo trasparenza e legalità all’Assessorato Territorio e Ambiente.
      Promuoviamo su questi temi una forte iniziativa politica e sindacale in difesa dei diritti democratici e della libertà di stampa.
      Gioacchino Genchi

      DA: endrigo@cubicle.net
      Locale: Ven 13 Giu 2008 16:20
      Voglio esprimere la solidarietà al Comitato di isola pulita. Un parere dovete permettermi di esprimere: avete errato a denunciare i due SIGNORI che vi hanno minacciato di morte (immagino siano professionalmente due falegnami). VOI, NOI, TUTTI i cittadini di buon senso dobbiamo denunciare i “mandanti “ chi ha “armato” la mente di questi SIGNORI.
      Dobbiamo denunciare chi ha creato il clima di omertà dove il diverso deve essere prima minacciato e poi…..
      Secondo questi signori: E’ NECESSARIO DARE L’ESEMPIO FARE CAPIRE CHE NESSUNO DEVE PARLARE.
      NESSUNO DEVE PERMETTERSI DI TENTARE DI ROMPERE IL LORO GIOCATTOLO.

      Vi saluto tutti personalmente e nome dei miei amici

      Da: Mario Casella
      Data: Fri, 13 Jun 2008 17:28:53 +0100
      Locale: Ven 13 Giu 2008 17:28
      Oggetto: Riunione urgente mercoledi 18 al WWF Sicilia ore 16,30
      *Mercoledì 18 giugno, _presso la sede del WWF Sicilia in via Enrico
      Albanese 98 ore 16,30_, si discuterà sulle possibili imminenti
      iniziative da compiere in relazione al gravissimo episodio di cui sotto.
      Vi aspettiamo.
      Ciao a tutti, Mario

      Da: WWF Palermo
      Data: Fri, 13 Jun 2008 12:34:28 +0200
      Locale: Ven 13 Giu 2008 11:34
      Oggetto: Re: [decontaminasicilia] minacce di morte

      La cosa più immediata è un sit-in davanti all’Italcementi con tante bandiere e un Comunicato Stampa di solidarietà dei partecipanti. Per il 21 o il 22 prossimi.
      Che ne dite?
      Angelo Palmieri

      Da: “Avv. Mario Michele Giarrusso”
      Data: Fri, 13 Jun 2008 12:37:45 +0200
      Locale: Ven 13 Giu 2008 11:37
      Oggetto: Re: [decontaminasicilia] Re: minacce di morte
      Mi sembra davvero una buona idea.

      Da: “Gioacchino Genchi”
      Data: Fri, 13 Jun 2008 13:59:10 +0200
      Locale: Ven 13 Giu 2008 12:59
      Oggetto: Re: [decontaminasicilia] Re: minacce di morte
      Sono d’accordo. Io direi di vederci il 18 e fare la manifestazione di
      solidarietà per una delle date proposte.
      Ino

      Da: “Sebastiano Spina”
      Data: Fri, 13 Jun 2008 14:20:49 +0200
      Locale: Ven 13 Giu 2008 13:20
      Oggetto: Re: [rifiutizerosicilia:1460] Re: [decontaminasicilia] Re: minacce di morte

      Ci saro’ !
      Saluti

      Da: “LEANDRO JANNI”
      Data: Fri, 13 Jun 2008 15:55:04 +0200
      Locale: Ven 13 Giu 2008 14:55
      Oggetto: Re: [decontaminasicilia] Re: minacce di morte
      Condivido, caro Angelo.
      A presto,
      Leandro Janni
      Italia Nostra Sicilia

      Caro Pino,
      in questo oscuro momento e sotto tante e tali minacce contro di Voi profferite, Decontaminazione Sicilia Vi è molto vicina e Vi sosterrà nella certezza che la Vostra causa, che è quella degli Uomini giusti che lottano per i propri figli e per i Beni Comuni, avrà presto dei riscontri positivi.

      Un abbraccio, Luigi Solarino

      From: Angelo Gallo
      To: reterifiutizerosicilia@googlegroups.com
      Sent: Friday, June 13, 2008 11:35 PM
      Subject: [rifiutizerosicilia:1469] Re: Fwd: [decontaminasicilia]
      Riunione urgente mercoledi 18 al WWF Sicilia ore 16,30

      Mercoledì prossimo non potrò essere a Palermo. Condivido il vostro percorso operativo. Come sapete ho sospeso la ML INCENERITORI, ma per una questione come questa sono pronto ad attivarmi, fatemi sapere e disponetene come vi pare.
      A Pino Ciampolillo e ai componenti del Comitato Isola Pulita, tutta la mia solidarietà e amicizia.
      Un salutone.
      Angelo Gallo

      Da: “Gioacchino Genchi”
      Data: Sat, 14 Jun 2008 13:30:29 +0200
      Locale: Sab 14 Giu 2008 12:30
      Oggetto: minacce di morte
      Non so se avete ben compreso quello che è avvenuto e sta avvenendo ad Isola
      delle Femmine contro i componenti del Comitato Isola Pulita ed il diritto di
      libera espressione.
      Si mettano da parte, almeno per un momento le discussioni sui “massimi
      sistemi” riguardo le lettere a Lombardo, e ci si concentri sulle iniziative
      di *concreta solidarietà* da attivare ed attuare per sostenere Ciampolillo
      ed il Comitato ed evitare il loro isolamento.
      Restare soli è un pericolo che non ci si può permettere.
      Evitiamo che si ripeta quello che è già successo con alcuni di noi, per
      esempio, all’Assessorato Territorio e Ambiente.
      Ricordo che per il 18 p.v., ore 16:30, è convocata una riunione presso il
      WWF per organizzare una mobilitazione ad Isola per il 20 o 21.
      Ino

      Da: “Sebastiano Spina”
      Data: Sat, 14 Jun 2008 13:47:58 +0200
      Locale: Sab 14 Giu 2008 12:47
      Oggetto: Re: [rifiutizerosicilia:1474] minacce di morte

      Per quanto mi riguarda concordo.
      Fateci sapere immediatamente cosa deciderete in modo da potervi supportare.
      A prestissimo

      Sebastiano SPINA

      COMUNICATO STAMPA
      Il circolo “Pio La Torre” del Partito della Rifondazione Comunista di Capaci esprime piena solidarietà al comitato cittadino Isola Pulita per le gravissime minacce subite.
      Siamo convinti che sia necessario e doveroso sostenere le battaglie del comitato “Isola pulita”, che si batte nei nostri territori in difesa della legalità, dell’ambiente e della crescita sociale e culturale.
      Chiediamo dunque a tutte le forze critiche presenti sul territorio, oltre che a tutti i cittadini, di far sentire la propria voce a difesa dei valori della legalità e della libertà di parola contro ogni tentativo di censura. La gravissima intimidazione ai danni del comitato Isola pulita ci deve spingere tutti ad un impegno maggiore e ad una più vigile presenza sui problemi del nostro territorio.

      Irene Calà
      Circolo “P. La Torre” P.R.C. Capaci
      3201567983

      daliberacqua
      rispondi a decontaminazionesicilia@googlegroups.com

      data 15 giugno 2008 18.14
      oggetto[decontaminasicilia] Re: minacce di morte

      Il comitato civico Liberacqua condivide ed aderisce.
      Ciao
      Salvatore Gabriele La Spisa

      Portavoce Pro Tempore Liberacqua – Provincia di Palermo

      cellulare 3336787621
      3925102724
      email: info@liberacqua.org
      liberacqua@libero.it

      A Lecce assassinato consigliere dell’Italia dei Valori
      Pubblicato il 15 Giugno 2008 da Ana
      La scorsa notte é stato assassinato Giuseppe Basile, di 62 anni, consigliere provinciale leccese dell’Italia dei Valori (Idv), con 11 coltellate.

      Il tragico evento si é verificato esattamente a Ugento, comune del Salento nel quale la vittima viveva.
      Gli assassini hanno atteso che il consigliere rientrasse a casa, verso l’1 di notte, attirandolo per freddarlo e lasciarlo a terra. L’uomo ha attirato i vicini che hanno immediatamente chiamato i soccorsi anche se, purtroppo, non c’è stato niente da fare.
      Le piste che adesso gli inquirenti stanno seguendo sono quella passionale e quella politica. In questo caso, é emerso che durante la campagna elettorale che lo aveva portato all’elezione a consigliere provinciale e nel comune di Ugento, a consigliere comunale di opposizione (a Ugento c’è una giunta di centrodestra) Peppino Basile si era battuto perchè ai cittadini venissero riconosciuti tutti i propri diritti.
      Qualche mese fa, tra l’altro, la vittima aveva trovato la testa mozzata di un mulo, un chiaro segnale di minacce. In quell’occasione, Carlo Madaro, ex magistrato ed esponente salentino dell’Italia dei valori, gli aveva consigliato di denunciare l’accaduto ma aggiunge di non sapere se poi Basile lo avesse fatto. Circa tre anni fa a Basile era stata fatta arrivare una busta con un proiettile, ha aggiunto Madaro.
      Basile aveva capitalizzato inimicizie, per la sua irruenza e la sua combattività. L’assessore racconta ancora di aver visto Basile per l’ultima volta il 12 giugno scorso in una riunione di partito fatta a Lecce e di averlo atteso invano ieri alla messa celebrata dal Papa a Santa Maria di Leuca, dove riteneva che anche Basile si sarebbe recato.
      Di Pietro “….abbiamo perso un gran combattente, Peppino si batteva per far vincere la legalità contro i soprusi e……”
      Ana

      http://www.blognotizie.com/a-lecce-assassinato-consigliere-dellitalia-dei-valori/20080615

      Fabrizio Nigro a decontaminazio.
      mostra dettagli 7.39 (2 ore fa)
      concordo. sarò presente.
      saluti
      Fabrizio Nigro
      Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sez. Palermo
      Via Ugo La Malfa, 153
      90146 Palermo – ItalySito internet: http://www.pa.ingv.it/

      —-Messaggio originale—-
      Da: orazio_4@inwind.it
      Data: 16-giu-2008 9.28A: “giuseppeciampolillo”
      Ogg: Re:da isola delle femmine

      Ciao Pino,
      ho letto questa storia delle minacce e mi dispiace. Spero riprenderai in maniera più decisa e fin da subito la tua attività, che fino a oggi a mio parere, è l’emblema di una viva lotta all’insegna delle proprie idee.
      Leggendo sul blog ho visto che hai pubblicato l’articolo che ci avevi sottoposto. Credo, in nome della trasparenza e della lealtà verso tutti i tuoi tanti lettori, che dovresti sostituire l’introduzione:
      “Questo articolo e’ stato inviato al mensile “il notiziario”, sembra che la redazione non abbia inteso pubblicarlo per una semplice ragione:
      “il quieto vivere”.”

      Con la seguente:
      “Questo articolo e’ stato inviato al mensile “il notiziario”, e che la redazione non ha voluto pubblicare per una semplice ragione: “Io, Pino Ciampolillo, non l’ho voluto firmare. Visto il mio rifiuto, i ragazzi della redazione hanno deciso di firmarlo previa una revisione nei punti meno condivisi e io, Pino Ciampolillo, mi sono rifiutato.”

      Credo questa sia la realtà.
      Resto in attesa di tuoi chiarimenti.

      PS. Ho scritto solo a te per evitare situazioni spiacevoli ma capisci bene che il desiderio di far pervenire questa precisazione a tutti i lettori del blog è forte e sincera.

      In Amicia
      Orazio

      CHIUSURA PER MINACCE DI MORTE

      Isola delle Femmine 12 giugno 2008-06-12
      MINACCE DI MORTE AL COMITATO CITADINO ISOLA PULITA
      Il Comitato Cittadino Isola Pulita a seguito delle gravissime minacce di
      morte rivolte contro due nostri esponenti ha deliberato l’interruzione
      immediata di qualsiasi attività politica sul territorio e conseguentemente
      la chiusura del sito web “Isola Pulita”.
      Le minacce sono state pronunciate pubblicamente nella piazza Umberto I a
      Isola delle Femmine.
      La decisione è scaturita per una salvaguardia della incolumità fisica dei
      componenti del Comitato e delle proprie famiglie.
      Ammettiamo pubblicamente di aver fallito la nostra “missione”:
      parlare di legalità,
      di ambiente,
      di amministrazione,
      di trasparenza,
      di sviluppo,
      di territorio,
      di crescita sociale e culturale della nostra COMUNITA’.
      Il nostro intento: dare un contributo per favorire il dialogo e il confronto
      civile attraverso la partecipazione di tutti i CITTADINI.
      AVETE LA NOSTRA RESA !
      Il Comitato Cittadino “Isola Pulita”

      http://ciampolillopinoisoladellefemmine.blogspot.com/

      —-Messaggio originale—-Da: noreply-comment@blogger.com
      Data: 16/06/2008 8.11
      A:
      Ogg: [rinascita-di-isola] New comment on CHIUSURA PER MINACCE DI MORTE.

      Anonymous has left a new comment on your post “CHIUSURA PER MINACCE DI MORTE”:

      ma sta denuncia l’hai presentata?

      Posted by Anonymous to rinascita-di-isola at 11:11 PM

      da maria gabriella filippazzo
      rispondi adecontaminazionesicilia@googlegroups.com

      a decontaminazionesicilia@googlegroups.com

      data16 giugno 2008 10.46
      oggetto[decontaminasicilia] Re: minacce di morte
      mailing list Filtra i messaggi di questa mailing list
      proveniente dagooglegroups.com
      firmato dagooglegroups.com

      Il 18 sembra un giorno perfetto per tutte le riunioni:
      – alle 15.30 ne avevo già organizzato una io nel mio ospedale su un progetto di promozione della salute (viene anche gente di CT) e non posso spostarla;
      – alle 16.30 riunione al WWF a cui, ovviamnet non potrò partecipare;
      – alle 18.30: riunione sul nuovo piano rifiuti alla CGIL, di cui mi ha mandato comunicazione Paolo Guarnaccia, alla quale spero di poter andare, anche in ritardo.
      Spero di non accochiare altre riunioni.
      Gabriella Filippazzo

      Sono disposta a firmare una richiesta di intervento alla Procura della repubblica.
      Vorrei che lo redigesse un avvocato o, comunque, qualcuno che sappia descrivere i fatti e li sappia fare diventare oggetto di denuncia.
      Gabriella Filippazzo

      Date: Fri, 13 Jun 2008 02:57:29 +0200

      To: decontaminazionesicilia@googlegroups.com; reterifiutizerosicilia@googlegroups.com; italotripi@sicilia.cgil.it; massa.d@alice.it; fr.campagna@libero.it; venere.anzaldi@virgilio.it; renato.franzitta@tin.it; alberto.lombardo@unipa.it; vincebonomo@tiscali.it; paoloargentini@yahoo.it; exit@la7.it; ballaro@rai.it; annozero@rai.it; m.gabanelli@rai.it; giusto.catania@europarl.europa.eu; gchiesa@europarl.eu.int; antonio.fraschilla@virgilio.it; rocre@katamail.com

      Subject: [decontaminasicilia] minacce di morte

      ———- Forwarded message ———-
      From: “dicaduca”
      Date: 15 Giu, 17:26Subject: MINACCE DI MORTE AL COMITATO CITTADINO ISOLA PULITA
      To: italia.taranto.discussioni

      “ciampolillo” wrote in message

      news:053bf546-4c42-4001-b48d-9304d293d72c@m36g2000hse.googlegroups.com…

      Isola delle Femmine 12 giugno 2008-06-12
      MINACCE DI MORTE AL COMITATO CITADINO ISOLA PULITA
      —————————————————————————­—-

      per quel che può valere, hai, avete, la mia solidarietà

      d’altra parte, fra avere “l’isola pulita” e finire come il consigliere
      leccese giuseppe basile c’è poco da scegliere
      l’importante è aver mostrato da che parte stare

      On 15 Giu, 16:30, pax.sile…@yahoo.com wrote:On 15 Giu, 17:05, ciampolillo wrote:

      l’interruzione immediata di qualsiasi attività politica sul territorio

      Tanto ormai Stato e mafia son la stessa cosa:

      http://www.google.it/search?hl=it&q=Alfano+Croce-Napoli+mafia&meta=
      Il Ministro degli Interni (Maroni) è stato condannato per aver preso a
      morsi un poliziotto, quello della giustizia invece andava a baciare i
      boss mafiosi: manca solo Riva come Ministro dell’Ambiente.

      e conseguentemente la chiusura del sito web “Isola Pulita”.

      Secondo me è un errore: quelle bestie si combattono soprattutto con
      l’informazione.

      Da Mario Casella rispondi a decontaminazionesicilia@googlegroups.com

      data16 giugno 2008 12.47
      oggetto[decontaminasicilia] [Fwd: [decontaminasicilia] Re: minacce di morte]

      Ricordo che la riunione “odg: nuovo piano rifiuti” si terrà presso la CGIL di Catania.
      La gravità dei fatti avvenuti richiede una risposta e una forte solidarietà, non credo ci siano dubbi sulla serietà della vicenda conoscendo le battaglie condotte da Pino Ciampolillo.
      Andare a Catania, per discutere intorno ad un tavolo su un possibile piano rifiuti che, a mio giudizio, non verrà mai preso in considerazione, è forse da ….
      Rilancio l’invito per coloro che sono disponibili, hanno sufficiente intelligenza ed hanno una sensibilità verso il prossimo.
      L’appuntamento è giorno 18 giugno, mercoledì prossimo, presso il WWF Sicilia a Palermo in via Enrico Albanese, 98 alle ore 16,30.

      Da maria gabriella filippazzo
      rispondi a decontaminazionesicilia@googlegroups.com
      a decontaminazionesicilia@googlegroups.com

      data 16 giugno 2008 16.36
      – riguardo alla solidarietà, è certo che ci sto. Ma mi piacerebbe fare qualche cosa di più concreto di un sit in.
      – Per la contemporanea riunione nel mio ospedale (e concordata da 1 mese con altri che vengono da CT), non potrò essere alle 16.30 alla riunione del WWF, ma è come se ci fossi.
      – Ho una certa perplessità perchè, comunque, mi riesce difficile dimenticare la cortina di ostilità che “i lavoratori della Italcementi” fecero nei confronti miei e di Ernesto, in occasione di quella tremenda trasmissione TV a Isola, l’anno scorso. C’erano anche Ino e Mario che certo lo ricorderanno.
      Aspetto vostre notizie.
      Gabriella

      ———- Forwarded message ———-
      From: “Gioacchino Genchi” Date: 16 Giu, 11:51
      Subject: minacce di morte
      To: Decontaminazione Sicilia

      Confermo la mia presenza alla riunione del 18 p.v., ore 16:30, a Palermo
      presso il WWF. La gravissima situazione determinatasi ad Isola delle Femmine
      e la *solidarietà concreta* da manifestare a Ciampolillo ed al Comitato mi
      fanno passare in secondo ordine qualsiasi altro avvenimento concomitante
      (peraltro annunciato dopo la convocazione di Palermo).
      Ino

      Da: Rosella Accardo
      Data: 16/06/2008 19.54.22
      A: giuseppeciampolillo@virgilio.it Comitato Cittadino Isola Pulita
      Palermo, 16 giugno 2008
      Giuseppe carissimo,
      apprendo con sgomento della Vs volontà di chiudere il sito di “Isola pulita”.
      Sai quante ore abbiamo dedicato e dedicheremo al progetto di cambiamento del ”modo di pensare e di Fare” in Sicilia…..
      La Sicilia è Terra Madre! Mai matrigna per nessuno di noi….
      anche se oggi la scomparsa di mio Figlio Stefano mi mette a dura prova, l’amore incondizionato per questa Terra meravigliosa, diventa moto perpetuo in me quale inesauribile coraggio e volontà nel lottare contro tutti i nemici invisibili che si annidano, da vil traditori, fra le pieghe innumerevoli del manto di carità di quella che ancora una volta chiamo… Madre Terra…
      Resisti, resisti, resisti….noi cellule sane, noi pieni di ideali, noi vilipesi ed additati “diversi”…NOI VINCEREMO!
      Non siamo soli e pensare all’unisono ci fa ancora più forti, per cui non pensare mai di arretrare rispetto a chiunque, figlio dell’ignoranza, voglia barattare la conoscenza con l’oblio.
      Giuseppe Ciampollillo responsabile di un sito informatizzato nel territorio di Isola Delle Femmine: giuseppeciampollino@virgilio.it
      Pino, come lo chiamiamo noi, è il grillo parlante della situazione…libertà,legalità,trasparenza,tutela dell’ambiente… i suoi obbiettivi e non solo:
      ci è stato vicino durante le manifestazioni svolte ad Isola ed ha distribuito il dato alle TV locali.
      Oggi viene minacciato da taluni locali laddove parla della Cementeria di Isola(trattasi di uno scandalo di eco nazionale) senza “peli sulla lingua”….
      Il suo gruppo è coraggioso ma…. l’amarezza li assale e vorrebbero chiudere il sito!
      Sto facendo un passaparola fra i miei riferimenti associativi, al fine di far pervenire a Pino più momenti di solidarietà per incoraggiarlo a portare avanti le lotte che ha abbracciato.

      Augurandoti tutto il bene del mondo, ti abbraccio affettuosamente

      vvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvvT.V.B. Rosssella

      http://isoladifuori.blogspot.com


    Lascia un commento