La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • “Il Concilio Vaticano II – Una storia mai scritta”

    Pubblicato il giugno 27th, 2011 Max Nessun commento

    di Riccardo Fiscella
    Ho il piacere d’invitarVi a partecipare alla presentazione del libro: “Il Concilio Vaticano II – Una storia mai scritta” di Roberto de Mattei, che si
    terrà Martedì 5 Luglio 2011, alle ore 17:00, nella prestigiosa cornice di Sala Cerere di Palazzo Chiaramonte, in Piazza Vittorio Emanuele, 5 ad Enna.
    Ne parleranno con L’AUTORE:
    Prof. Bartolo SAMMARTINO (Presidente Accademia Nazionale della Politica);
    Prof. Padre Alfio SPAMPINATO (Docente di Dottrina Sociale della Chiesa);
    Prof. Padre Antonio UCCIARDO (Docente di Teologia Dogmatica)

    IL LIBRO:
    Il Concilio Vaticano II, il ventunesimo nella storia della Chiesa, fu aperto da Giovanni XXIII l’11 ottobre 1962 e chiuso da Paolo VI l’8 dicembre 1965. Nonostante le attese e le speranze di tanti, l’epoca che lo seguì non rappresentò per la Chiesa una «primavera» o una «pentecoste» ma, come riconobbero lo stesso Paolo VI e i suoi successori, un periodo di crisi e di difficoltà. Questa è una delle ragioni per cui si è aperta una vivace discussione ermeneutica, in cui si è inserita l’autorevole voce di papa Benedetto XVI che ha invitato a leggere i testi del Concilio in continuità con la Tradizione della Chiesa.
    Al dibattito in corso, Roberto de Mattei offre il contributo non del teologo, ma dello storico, attraverso una rigorosa ricostruzione dell’evento, delle sue radici e delle sue conseguenze, basata soprattutto su documenti di archivio, diari, corrispondenze e testimonianze di coloro che ne furono i protagonisti. Dal quadro documentato e appassionante tracciato dall’autore, emerge una «storia mai scritta» del Vaticano II che ci aiuta a comprendere non solo le vicende di ieri ma anche i problemi religiosi della Chiesa di oggi.


    L’AUTORE:
    Roberto de Mattei insegna Storia della Chiesa e del Cristianesimo all’Università Europea di Roma, dove è coordinatore della Facoltà di Scienze Storiche. È Vice Presidente del Consiglio Nazionale delle Ricerche e membro dei Consigli direttivi dell’Istituto Storico per l’Età moderna e contemporanea e della Società Geografica Italiana. Presiede la Fondazione Lepanto e dirige le riviste «Radici Cristiane» e «Nova Historica». Collabora inoltre con il Pontificio Comitato di Scienze Storiche e ha ricevuto dalla Santa Sede l’insegna dell’ordine di San Gregorio Magno, come riconoscimento del suo servizio alla Chiesa. Tra le sue opere più recenti: La Biblioteca delle «Amicizie». Repertorio critico della cultura cattolica nell’epoca della Rivoluzione (1770-1830), Bibliopolis, Napoli 2005; De Europa. Tra radici cristiane e sogni postmoderni, Le Lettere, Firenze 2006; La dittatura del relativismo, Solfanelli, Chieti 2007; La Turchia in Europa. Beneficio o catastrofe?, Sugarco, Milano 2009. 

    Lascia un commento