La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Il capoluogo di provincia più alto d’Italia

    Pubblicato il agosto 23rd, 2007 Max 2 commenti

    di Esprimity
    Enna, urbs inexpugnabilis, il capoluogo di provincia più alto d’Italia.
    Forse questo primato di cui da sempre gli ennesi si vantano con orgoglio, inizia ad essere causa di forti perplessità.
    Perché soprattutto in questi caldi giorni d’estate, con le vacanze che lo portano in giro per l’Italia, l’ennese medio si chiede se proprio questo primato non condiziona i prezzi nella nostra città. Si perché adesso che le vacanze ci permettono ancora di più di confrontarci con altre realtà, proprio adesso ci rendiamo conto di quanto siano alti i prezzi medi di beni e servizi a Enna.
    E se fosse così perché noi ennesi vogliamo rimanere in alto, quanto più in alto possibile e non solo geograficamente?


    Dall’abbigliamento agli alimentari, dalle calzature alla ristorazione per finire agli immobili. Prezzi decisamente più alti di quelli che invece notiamo in altre città siciliane e dell’intera penisola.
    Allora il vacanziero ennese che si trova steso su una spiaggia di Mazara del Vallo si chiede perché in quella ridente cittadina che si affaccia sul canale di Sicilia, la tavola calda costa solo ottanta centesimi (a Enna la compra ad un euro e venti centesimi al pezzo), o il turista fai da te in Piazza della Signoria a Firenze rimane stupito quando in rosticceria gli chiedono solo un euro per una focaccia (tra se e se pensa che forse la commessa nella confusione ha sbagliato il conto). E si potrebbe andare ancora avanti, elencando centri anche più grandi e rinomati della nostra piccola città dove abbigliamento, alimentari, calzature e altro vengono venduti a prezzi a dir poco competitivi.
    Poi le ferie finiscono, si torna a casa, nella nostra città che in fondo in vacanza ci è mancata, la città a cui tutti siamo legati in modo indissolubile, la città che amiamo e di cui vogliamo sempre essere orgogliosi.
    Si ricomincia a leggere il quotidiano locale. Riecco quegli articoli, le dichiarazioni di rappresentanti di associazioni di commercianti che lamentano la crisi del settore a Enna, attribuendone le cause a traffico, carenza di parcheggi, poca collaborazione e scarso sostegno da parte degli Enti Locali. Quasi un arrampicarsi sugli specchi.
    Nessun accenno alla poca competitività, ai prezzi eccessivi, alla scelta limitata, al fatto che basta percorrere pochi chilometri e raggiungere centri come Caltanissetta o Catania per trovare prezzi competitivi, scelta, qualità e cortesia.
    E come spiegare ad una giovane coppia monoreddito che decide di acquistare un appartamento, la casa tanto sognata, che ormai nella nostra città il prezzo a metro quadro di un immobile oscilla dai duemila ai tremila euro e che quindi in media per un appartamento di cento metri quadri (ovviamente lordi) bisogna disporre di circa 250.000 euro?
    Si assiste allora all’esodo verso i piccoli comuni vicini … Calascibetta, Villarosa, Leonforte … la città un po’ si svuota, in fondo c’è chi preferisce fare il pendolare ma acquistare case a prezzi ridotti quasi del cinquanta per cento.
    Allora ecco il dubbio, le perplessità su quella etichetta di “capoluogo di provincia più alto d’Italia” …. e nasce un pensiero, una idea comincia a frullare nei nostri cervelli … perché non indire una petizione popolare, una raccolta di firme … chiediamo al nostro Presidente della Repubblica di individuare un centro rigoglioso della nostra penisola, che sorge su una montagna alta più di 1000 metri sul livello del mare, ed eleggerlo a capoluogo di provincia.
    Così Enna rimarrebbe di certo inespugnabile, ma non sarebbe più il capoluogo di provincia più alto d’Italia, e forse scendere dal gradino più alto del podio, toglierci di dosso quel pesante fardello, porterebbe anche ad un abbassamento dei prezzi.
    In fondo hanno portato via da Enna tanto … non sarebbe poi un dramma rinunciare a quel titolo.

     

    2 responses to “Il capoluogo di provincia più alto d’Italia” Icona RSS

    • Credo che la motivazione della città più alta d’Europa sia una scelta dell’Onnipotente che ha evitato che nessuno possa vedere la lenta agonia di una splendida cittadina, ridicolizzata da politici corrotti, onnivori (mai un filo di dieta!!!!!!), incompetenti e dediti solamente a svolgere mansioni che portino successo alla propria “cascina”, senza pensare all’onesto cittadino che inerme subisce da anni le angherie angoscianti della classe politica ennese con cappelli o con turbanti o calvi. Credo che per riportare allo splendore la nostra meravigliosa Enna, occorra pulire, detergere, disinfestare rendendo linda, candida ed onesta la classe politica ennese, altrimenti non conviene piangerci addosso e accantonare le poche gocce di lacrime che ci rimangono per usarle alle esequie della città più alta d’Europa..

    • mi trovavo ad enna per una gita domenicale, e m+non mi sono resa conto di questo caro vita di cui sii parla su, come è possibie che un locale si propone con un affitto di 250€??? se dovesse essere davvero una città cara minimo mi dovevano chiedere 1000€… o no???? non so se è stato solo fortuna oppure qui si raccontano menzogne!!! ciao ennesi!!!!


    Lascia un commento