La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Il Capo Redattore del TGR Sicilia ospite del Rotary di Enna

    Pubblicato il Ottobre 25th, 2011 Max Nessun commento

    di Tony la Rocca
    Una nutrita presenza di rotariani del Club di Enna ha dato il benvenuto, presso la saletta Ariston, a Vincenzo Morgante, noto capo redattore di TGR regione Sicilia: telegiornale regionale emergente a cura di “Rai Tre”. L’ospite è stato presentato dal Presidente del Club Rotary di Enna, Rino Agnello. Il quale, dopo una breve lettura di alcune note curriculari lo ha invitato ad entrare subito nel vivo della discussione che ha avuto come tema “la Rai e l’informazione locale oggi” e dalla quale sono emerse diverse informazioni che hanno destato l’attenzione dei partecipanti.

     Il dott. Morgante ha subito messo l’accento sul rispetto della verità ed ha preso le distanze da quel giornalismo che, essendo privo di professionalità, non fa altro che creare uno scollamento, sgradevole e poco credibile, tra i fatti reali e la notizia “tout court”. Ha spiegato, sapientemente, l’importanza della selezione e dell’utilizzo attendibile delle fonti che devono essere esaminate con attenzione soprattutto di chi si serve dell’informazione che propone il web 2.0, che non è da demonizzare, ma che va considerato “cum grano salis”. Interessante, è stato apprendere l’imprinting che viene dato alle notizie diffuse sulla nostra Sicilia che non deve essere necessariamente negativo. Vincenzo Morgante, assieme alla sua redazione, vuole raccontare una Sicilia fuori dai cori che la vedono detentrice esclusiva di mafia, corruzione ed immigrazione: il messaggio che si vuole trasmettere è quello di una terra che possieda il senso delle Istituzioni, dell’onestà e uno spiccato senso di appartenenza al territorio. Nell’occasione, i soci hanno potuto visionare anche un filmato che ha dato l’idea di come, a volte, l’informazione va gestita in condizioni di estrema emergenza e precarietà: come ad esempio la “tragedia di Giampilieri”. Pure in questi momenti concitati, stravolgendo la programmazione che si era pianificata la sera prima ed impediti a raggiungere il luogo della tragedia, si è dimostrato come una redazione ben organizzata e coesa arriva a passare la notizia senza particolari mezzi e strumenti di lavoro. L’incontro si è concluso con la classica conviviale.

    Lascia un commento