La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • I riti della Settimana Santa

    Pubblicato il marzo 15th, 2009 Max Nessun commento

    di Ivan Scinardo
    E’ considerato l’evento religioso più atteso dell’anno. Gli ennesi si preparano con devozione e mestizia ai riti della Settimana Santa che vedono come momento principale la processione del Cristo Morto e dell’Addolorata il venerdi santo. Un evento considerato fra i più importanti appuntamenti di richiamo turistico internazionale. E’ raggiante il neo eletto presidente del Collegio dei Rettori Ferdinando Scillia che ha voluto incontrare i giornalisti per illustrare nel dettaglio il ricco e intenso programma di manifestazioni culturali e religiose. La sala riunioni della Chiesa di Enna Bassa, sotto l’occhio vigile del suo parroco Padre Franco, ha fatto da cornice ad una conferenza stampa che ha toccato diversi argomenti e che ha presentato per la prima volta il bel logo identificativo della Settimana Santa. Riflettori puntati sulla diretta televisiva sulle frequenze terrestri dell’emittente Telecolor e sulla piattaforma satellitare Sky, attraverso il canale 874 di Sicilia Channel. 5 ore di diretta per raccontare la processione dei fercoli, ma soprattutto per promuovere il territorio. E’ questa la novità spiegata dal presidente del collegio Scillia. “Quest’anno attraverso il piano di promozione turistica della Provincia regionale di Enna, iniziato con il tour del pullmann alla Borsa internazionale del turismo, che attraverso le immagini impresse, ha portato le bellezze della provincia nelle maggiori piazze italiane, abbiamo voluto promuovere la Settimana Santa ennese ovunque”. Dal 5 al 12 aprile giungeranno ad Enna molti turisti e soprattutto personaggi del mondo della politica, dello spettacolo e della cultura, grazie proprio alla promozione realizzata nei mesi scorsi.


    Il percorso della processione ha subìto una variazione rispetto agli altri anni a causa della chiusura della via Vittorio Emanuele. I 2.500 confrati, dopo l’ora di adorazione al cimitero, ritorneranno, in processione, indietro per il viale Diaz e la via Roma. Una scelta obbligata per evitare di chiudere l’unica strada di accesso alla città nella zona nord che è il corso Sicilia. Tanti gli appuntamenti inseriti nel programma: alla galleria civica una mostra di fotografie inedite storiche e recenti sulla Settimana Santa, nell’androne di palazzo di città una mostra di quadri e fotografie a cura della Pro Loco, tour turistici e due concerti, il 29 marzo nella chiesa di San Francesco si esibisce il corpo bandistico della città di Enna e il 4 aprile nella chiesa di San Cataldo musiche della tradizione classica e barocca saranno eseguite dall’orchestra filarmonica nissena, in collaborazione con l’associazione risonanze, Laboratorio di musica e Culture. “Tutti potranno seguire la diretta televisiva, ha spiegato Gaetano Di Venti del collegio dei rettori, quest’anno arricchita da molti contributi video sulle bellezze monumentali e archeologiche del territorio. Ospiti della trasmissione condotta da Ivan Scinardo, prodotta dal Centro Video Mediterraneo, gli esperti di tradizioni e feste popolari, Angelo Plumari e Antonella Buscemi, lo storico Rocco Lombardo e padre Vincenzo Murgano che commenterà tutti gli aspetti religiosi dell’evento”. Appuntamento dunque dal 5 al 12 aprile a Enna per la Settimana Santa – Fede nella tradizione.

    Lascia un commento