La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • “I partiti esistono non per se stessi ma per il popolo”

    Pubblicato il marzo 13th, 2010 Max 5 commenti

    Konrad Adenanuer

     

    5 responses to ““I partiti esistono non per se stessi ma per il popolo”” Icona RSS

    • Ben detto !

      Quindi: “al servizio della collettività”! Se poi i partiti non esistono, l’azione di governo è quasi impossibile. “Se sbaglio, mi corrigerete”, disse un Grande !

    • Esattamente egregio amico….”in via del tutto eccezionale” disse un altro Grande.

    • e non solo i partiti, ma nella fattispecie principalmente i politici, in quanto successori e eredi di quelle persone che in alcuni casi hanno sacrificato la propria vita x i VALORI di LIBERTA’ e UGUAGLIANZA fra tutti.

    • Se oggi il partito fosse espressione del popolo
      allora si che in quel caso varrebbe il senso di dire che il partito esiste per il popolo ma oggi questo non si può dire prima perché il popolo non esprime nessuna preferenza e di conseguenza il partito decide chi deve occupare il seggio in parlamento e al senato e in questo caso viene a mancare la decisione popolare.Quindi si può dire che il popolo esiste per il partito ma non viceversa.

    • Caro Gigi

      Un partito senza popolo esiste ? Per me, NO ! Si chiamerebbero “movimenti ideologici” e non partiti, tant’è che non governerebbero in un sistema di democrazia decentrata o pluralista.

      Se il popolo non vota, quale partito, movimento politico o coalizione politica, governerà ? Nessuna. L’unica arma che possiede l’elettore è: il voto. Fino ad oggi, lui ha deciso di esercitarla sempre, in qualsiasi circostanza bella o brutta che sia.

      Pertanto i partiti sono espressione del popolo, anche se l’elettore non vi si identifica con i candidati. Peggio per lui se vota tappandosi il naso.

      Ma questa, è un’altra storia!

      Saluti e buona domenica


    Lascia un commento