La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Giornate Fai, un vero successo

    Pubblicato il marzo 31st, 2017 Max Nessun commento

    E’ tempo di bilanci per le giornate Fai di primavera 2017. Manifestazioni che in tutta Italia hanno registrato un successo che è andato ben al di là di ogni attesa degli organizzatori.

    Ed anche Enna non è stata di meno. Una prima valutazione viene proposta dalla responsabile del Fai ennese Nietta Bruno: “Il numero dei visitatori del Museo Archeologico di Palazzo Varisano è provato dai 1065 biglietti omaggio staccati nel corso delle due giornate, un vero record per un museo ingiustamente ignorato negli itinerari turistici”. Ma il vero regalo che il Fai ha fatto alla città è riportare tanta gente dopo anni e anni nella chiesa di San Michele. E’ stata riaperta temporaneamente al pubblico dopo oltre un ventennio di chiusura. Ed è stata presa letteralmente d’assalto “con una presenza valutabile intorno a 1400 visitatori. Tanti i turisti e ma tantissimi gli ennesi che sono legati alla chiesa da affetti e ricordi personali”. A Nietta Bruno piace ricordare un altro aspetto della manifestazione: “Veri protagonisti sono stati gli oltre 100 apprendisti ciceroni, alunni delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado e i  40 ragazzi dell’orchestra del Liceo Musicale, diretta dal maestro Gino Botte e accompagnati dal maestro Sergio Adamo, che con la loro competenza e con il loro entusiasmo hanno incantato i visitatori”.

    Nietta Bruno

    La Delegazione Fai di Enna passa ai ringraziamenti sperando di non dimenticare nessuno: “Il nostro grazie per aver reso possibile la realizzazione dell’evento al prefetto Maria Rita Leonardi, al soprintendente Salvatore Gueli, al direttore del Museo Regionale Interdisciplinare Angelo Giunta e a tutti i funzionari e collaboratori”. Un grazie va anche “ai dirigenti delle scuole coinvolte: Maria Silvia Messina dell’I.C. F.P. Neglia – Savarese, Maria Concetta Messina dell’I.C. Santa Chiara, Angelo Di Dio del Liceo Linguistico Abramo Lincoln, Marinela Adamo dell’I.C. Napoleone Colajanni, Graziella Bonomo del Liceo Artistico M. Cascio e poi ancora Marco Monastra, disponibile e attento alle esigenze della Fondazione, il parroco della Chiesa Madre mons. Francesco Petralia e il vicario Don Giuseppe Rugolo per la loro consulenza, i volontari della Protezione civile e il responsabile della Cisi Mario Messina che ha ospitato nella fase organizzativa, presso la sede della associazione, i volontari del Fai”. Nietta Bruno conclude: “Un fervido ringraziamento a tutti coloro che hanno voluto dare prova del loro apprezzamento iscrivendosi o elargendo un contributo alla Fondazione. Grazie, infinitamente grazie!”

    Lascia un commento