La comunità virtuale più libera del web
Icona RSS Icona email Icona home
  • Enna. Sul commissariamento della Fondazione Kore la Prefettura vince ma non convince

    Pubblicato il Novembre 21st, 2016 Max Nessun commento

    images

    da ViviEnna.it

    Con l’ordinanza del Consiglio di Giustizia Amministrativa, che respinge l’appello del C.d.A della commissariata Fondazione Kore, sembra definitivamente tramontato il tentativo di ripristinare una governance politica. Quest’ultima rimarrà infatti ben salda in capo alla terna commissariale nominata dal Prefetto di Enna. Ne parliamo con Massimo Greco.

    Questa ordinanza sembra confermare il teorema argomentato dal Prefetto pro-tempore Guida circa le anomalìe riscontrate nella Fondazione Kore…

    Evidentemente sì, attesa la valenza – ritenuta decisiva – della richiesta relazione prefettizia contenente gli elementi conoscitivi, circostanziati e aggiornati sulle verifiche compiute dai commissari straordinari in merito allo stato e all’effettiva consistenza dei mezzi patrimoniali e finanziari reperiti presso la Fondazione.

    Quindi la Prefettura sembra avere vinto su tutta la linea…

    Diciamola in modo diverso. Le ragioni dei ricorrenti non sono state accolte né in primo né in secondo grado della fase cautelare. E quindi se c’è una parte che perde ovviamente ce n’è un’altra che vince.

    Vuol dire che in fase di merito la decisione potrebbe essere ribaltata?

    Assolutamente no, penso che il merito – denominato fumus boni iuris in fase cautelare – sia già ipotecato. Voglio solo dire che la giustizia amministrativa si fonda sul principio della domanda e quindi la legittimità o meno di un comportamento amministrativo sottoposto a giudizio non è mai assoluta ma relativa a ciò che viene eccepito dal ricorrente.

    E quindi?

    Verosimilmente i ricorrenti non hanno eccepito la propedeutica questione relativa al difetto di competenza da noi più volte argomentato e che, per motivi di “ragione liquida” – come dicono gli addetti ai lavori –sarebbe stato scrutinato preliminarmente. Entrambe le ordinanze, infatti, pur nella stringata motivazione prevista dal rito cautelare, nulla affermano circa la competenza della Prefettura in ordine allo scioglimento e commissariamento di un Fondazione pubblica generata da un ente altrettanto pubblico: il Consorzio Ennese Universitario.

    Lascia un commento